Home Video Gallery Servizi Cronaca Operazione “Vetro Nero”, continua l’inchiesta sulla maxi evasione

Operazione “Vetro Nero”, continua l’inchiesta sulla maxi evasione

373

Le 8 vetrerie accusate di aver evaso 7 milioni di euro chiedono più riservatezza sull’inchiesta in corso. L’immagine del settore potrebbe essere rovinata per la spettacolarizzazione mediatica

Amarezza nell’Isola di Murano dopo la maxi operazione della Guardia di Finanza che ha inguaiato 8 vetrerie accusate di aver incassato 7 milioni di euro in nero. Le denunce e le perquisizioni sono scattate proprio alla vigilia della glass conference. Si tratta dell’evento mondiale più importante sul vetro, che sbarcherà a Murano oggi. L’immagine del settore è però momentaneamente in ombra.

Le associazioni di categoria sono corse ai ripari. Ricordano le lotte per riportare la legalità nel settore combattendo la contraffazione. Gianni De Checchi, segretario di Confartigianato, ci tiene a chiarire cosa si intende con il termine “vetrerie”. Si tende a considerare sia la parte produttiva, che quella commerciale, ossia le sale di vendita acchiappa-turisti.

“Noi -ha dichiarato- siamo dalla parte della Murano che produce e il cui cuore batte per il vetro con correttezza”. L’inchiesta accusa un cambia valuta di aver fatto da tramite tra gli acquirenti e 8 vetrerie.  Il tutto per incassare il denaro della vendite senza costringere le aziende a emettere fattura e pagare le imposte. I produttori lamentano la spettacolarizzazione dell’inchiesta.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here