nuovo sito san donà di piave

È online il nuovo sito dell’Amministrazione, che ha scelto di migrare sulla piattaforma regionale MyPortal3, per la quale San Donà di Piave è stata uno dei cinque siti pilota scelti dalla Regione Veneto.

La volontà

Una scelta dettata dalla volontà di entrare pienamente nell’ecosistema comunicativo standard, gestito da Regione Veneto. Ma anche dalla volontà di offrire al cittadino uno strumento più pratico ed agevole.

La messa on line del nuovo sito istituzionale, rappresenta solo il primo passo verso una complessiva ristrutturazione delle interfacce digitali con i Cittadini, nell’ambito della cosiddetta Agenda Digitale. Punta fortemente sullo snellimento delle procedure mediante l’utilizzo di piattaforme tecnologiche.

“Di fronte alla digitalizzazione le amministrazioni pubbliche devono impegnarsi per fare un passo avanti e andare incontro all’utenza. Questa è sempre meno propensa a sobbarcarsi code, appuntamenti o magari passaggi tra uffici per pratiche che possono essere sbrigate on line da casa. Ci sono stati molti esempi in questa direzione. Penso alla prenotazione on line per gli spazi comunali, alla digitalizzazione dei pagamenti per i buoni mensa che anticipa il passaggio, obbligatorio da gennaio 2020, a PagoPa. Il nuovo sito è l’ultimo passaggio in questa direzione. – Spiega Stefano Serafin, Assessore all’Innovazione. – Il futuro è sempre più nell’erogazione di servizi tramite il web. Pensiamo solo al recentissimo Fascicolo Sanitario Elettronico”.

I servizi

“Stiamo aprendo cantieri per costruire in città le nuove autostrade informatiche della fibra – aggiunge il Sindaco Andrea Cereser – ma contemporaneamente a questo lavoro, dobbiamo sviluppare i servizi. Il sito, insieme ai nuovi siti della Biblioteca e dei Musei Civici, è un esempio in questa direzione; verrà seguito da ulteriori servizi, come l’Anagrafe on line.”

Capitolo a parte sono i servizi essenziali digitali connessi alla piattaforma MyPortal3, che prevede la gestione sia dei pagamenti che l’identificazione mediante Spid, per l’accesso ai servizi online.

Quella a cui stiamo assistendo è una completa riformulazione dei servizi. Conseguentemente, ciò porterà anche a snellire i processi interni all’Ente.

“Dobbiamo pensare ad un nuovo modo di porsi dell’Amministrazione, a totale servizio dei Cittadini e delle Imprese, in ottica di fornitura di servizi. – Aggiunge Serafin. – Siamo veramente soddisfatti del rapporto con Regione Veneto, che ha supportato questa nostra migrazione e che continuerà ad assisterci nei prossimi passi”.

Il nuovo sito di San Donà

Tra le novità del nuovo sito, oltre a una migliore comprensibilità e facilità d’uso, anche una arricchita sezione fotografica e un’attenzione alle informazioni turistiche.

L’indirizzo rimane invariato: www.sandonadipiave.net.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here