Notte di violenza in casa a Castello: arrestato il marito

Ancora violenza su una donna e questa volta davanti al figlioletto di 8 anni. E’ accaduto nel centro storico lagunare. I vicini di casa hanno chiamato i carabinieri e i militari hanno arrestato il compagno della donna.

Nella notte dello scorso lunedì, molte telefonate di allarme sono giunte al 112 dei Carabinieri di Venezia, da parte di vicini di casa molto preoccupati dalle urla e richieste di aiuto provenienti da un appartamento in zona Chiesa Santa Maria del Pianto a Castello: immediato l’invio in zona di un equipaggio di Pronto Intervento del Nucleo Natanti del Reparto Operativo di Venezia.

I Carabinieri, individuato il civico e giunti sul pianerottolo dell’appartamento, hanno effettivamente udito le richieste di aiuto di una donna, al di là della porta di ingresso, realizzando trattarsi di una aggressione in corso. Alle richieste della donna, si aggiungeva anche il pianto di un bambino che, evidentemente, era presente alla scena di violenza.

Non senza difficoltà l’equipaggio intervenuto è riuscito ad entrare nell’appartamento trovandosi dinanzi una donna di 34 anni, fortemente terrorizzata dal marito, 36enne, che aveva appena finito di percuoterla e si è mostrato ostile e resistente all’ingresso dei Carabinieri. Nella stessa stanza era presente il figlio della coppia, di appena 8 anni, in lacrime ed impaurito per la scena di violenza a cui aveva da poco assistito e nel corso della quale era stato strattonato dal padre.

Riportata la calma tra i coniugi, commercianti di origine bengalese residenti da tempo a Venezia, e tranquillizzato il minore, la donna è stata trasportata col bimbo al pronto soccorso per le varie contusioni riportate a causa delle percosse subite.

Terminati gli accertamenti sanitari con prognosi di 5 giorni di guarigione per varie contusioni alla sola donna, madre e figlio sono stati infine accompagnati presso la Caserma di San Zaccaria, nella Stanza “Tutta per sé”, dedicata alle “audizioni delle donne vittime di violenza”, apposito ambiente protetto destinato ad ospitare le vittime di violenze di genere. La donna, in forte stato di stress emotivo, opportunamente rincuorata e rassicurata si è lentamente tranquillizzata ed ha quindi denunciato la subita aggressione fisica da parte del marito, precisando che già in altre occasioni aveva subito percosse e maltrattamenti da parte dell’uomo.

Informato il Magistrato di turno presso la Procura della Repubblica di Venezia, il marito violento è stato arrestato e tradotto presso la Casa Circondariale di Santa Maria Maggiore.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here