Home Notizie Articoli di Cultura e Spettacolo NewMusic: album per Vecchioni, e nuovo singolo di Tiromancino

NewMusic: album per Vecchioni, e nuovo singolo di Tiromancino

383
roberto vecchioni
Roberto Vecchioni e Francesco Guccini, che cantano insieme in "Ti insegnerò a volare", ispirato ad Alex Zanardi.

In arrivo, venerdì 9 novembre, l’album “L’infinito” di Roberto Vecchioni e il nuovo singolo di Tiromancino “Sale, amore e vento”, contenuto in “Fino a qui”.

A cinque anni da “Io non appartengo più”, esce venerdì 9 novembre il nuovo album del professor Roberto Vecchioni, “L’infinito”: prodotto da Danilo Mancuso, sarà disponibile in formato CD, in edizione Deluxe arricchita dal saggio “Le parole del canto. Riflessioni senza troppe pretese” e in Vinile Limited Edition. Lo potete già acquistare QUI. Fra le varie tracce spicca il ritorno sulla scena di Francesco Guccini che duetta, per la prima volta, con il collega e amico nel primo singolo estratto, Ti insegnerò a volare, ispirato al celebre e coraggioso sportivo Alex Zanardi.

«Questo brano si specchia direttamente in quella che è stata chiamata la “canzone d’autore” e che non c’è, non esiste più dagli anni ’70. In realtà l’intero disco è immerso in quell’atmosfera perché là è nato e successo tutto… Forse per questo Francesco Guccini ha scelto di cantare con me», ha detto Vecchioni parlando di un disco formato «non da 12 brani, ma un’unica canzone divisa in 12 momenti». 

Sempre dopodomani sarà in rotazione radiofonica Sale amore e vento, il nuovo singolo di Tiromancino estratto dall’album Fino a qui pubblicato il mese scorso.

Federico Zampaglione ne ha spiegato la genesi in questo modo: “Una notte ho sognato di essere un pericoloso narcotrafficante, una sorta di El Chapo. Ne combinavo di tutti i colori e ad accompagnare le mie gesta c’era una musica molto Ranchera, scandita da note di chitarra. Era una melodia dolce e in contrasto con il sogno, fatto di pericolose scorribande e sparatorie. Appena mi sono svegliato… ancora parzialmente nel ruolo del drug lord, sono corso a prendere la chitarra e “Sale, amore e vento” era lì…nota per nota, parola per parola. L’ avevo trasportata dal sogno alla realtà».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here