Servizi Sport

Neve in Turchia, la Reyer rischia la sconfitta a tavolino

Problemi per la Reyer che ieri doveva partire per Instanbul a disputare una partita di EuroCup, a causa di maltempo tutti i voli sono stati cancellati. Partita di mercoledì a rischio. Il resoconto con Francesco Rigo

Siamo in collegamento con la Reyer. Francesco Rigo. Abbiamo fatto slittare questo appuntamento con lui di un giorno; ci sono stati dei problemi ieri perchè la Reyer doveva andare in Turchia. In questo momento Istanbul è un aeroporto in difficoltà. Non accoglie quindi aerei. Grazie quindi Francesco Rigo di questo collegamento. Parliamo intanto di quello che è stato e poi parleremo di quello che sarà.

“Ciao MariaStella. Un saluto a tutti gli spettatori. È una situazione molto strana, molto surreale. Domani è in programma un partita europea molto importante di EuroCup. Tra i padroni di casa di Bursaspor e l’Umana Reyer alle 18.00 italiane e l 20.00 locali. Solitamente quando ci sono trasferte così complicate la squadra vola uno due giorni prima per riprendersi dalle fatiche del viaggio. Il viaggio porta via oltre una giornata. Oltre al fatto che viaggiare in questo periodo di Covid è qualcosa di pesante. Purtroppo nella giornata di lunedì, gli orogranata sono stati più di 5 ore in aeroporto a Venezia. Dopodiché è stata comunicata la cancellazione del volo per Istanbul; perchè l’aeroporto non riusciva a ricevere e far partire voli, Era troppo pericoloso dal punto di vista meteorologico. Una vera e propria bufera di neve si è abbattuta sulle città turche. Questo ha comportato il fatto di provare a partire oggi. Purtroppo oggi abbiamo avuto la notizia che anche il volo odierno è stato cancellato.”

Diciamo che non avete alternative. Arrivate e dovete giocare dopo ore di volo. Altrimenti la Reyer perde a tavolino.

“Le indicazioni degli organizzatori della competizione sono in questo senso. Attualmente la loro indicazione è di viaggiare il giorno della partita. L’unico volo disponibile è alle 10.20. Un volo che atterra alle due e mezza locali. Poi ci vogliono circa tre ore in condizioni normali in autobus da Istanbul a Bursa. Quindi non so neanche se riusciremo per le strade piene di neve ad arrivare in tempo.”

Vedremo come andrà a finire. Intanto parliamo di quello che è stato. Cremona-Reyer.

“Purtroppo siamo qui a commentare un’altra sconfitta. C’è poco da dire. Penso che abbia riassunto molto bene il coach nel post partita. Il fatto di aver approcciato in maniera non positiva la gara. Questo ha esaltato Cremona; una squadra che deve trovarsi, che gioca col coltello tra i denti. C’è stata poi una grande risposta nel secondo tempo della Reyer; trscinata da Theodore, al debutto. Uno dei due nuovi giocatori. Gli orogranata sono riusciti a ribaltarla, salvo poi un finale concitato ha premiato Cremona; effettivamente più lucida in alcune situazioni. Portiamo quindi a casa questa sconfitta.”

Continua la crisi insomma.

“A me no piace parlare di crisi. Capisco però che dal punto di vista giornalistico possa essere appropriato. Questa è una squadra che sta cercando di cambiare pelle. Abbiamo preso due nuovi giocatori, stiamo tentando di recuperare fisicamente altri. Adesso lo giudicheremo a fine campionato quello che potrà essere il girone di ritorno. Io comunque rimango sempre fiducioso che questa squadra potrà dire la sua e rialzare la testa, anche in maniera importante.”

Abbiamo esaurito in cinque minuti. Sulle ragazze volevi dire qualcosa?

“Le ragazze purtroppo anche loro hanno problemi di covid. A Ragusa hanno giocato domenica. In questo momento sono in volo per la Francia. Dove domani, loro si, son sicure di giocare una partita di Eurolega.”

Grazie Francesco Rigo. Buon viaggio a Istanbul.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button