Radio Venezia Musica

Neil Young: sfratto autoinflitto da Spotify

Il cantante decide di ritirarsi a seguito di una polemica con un comico no-vax

“Canzone non disponibile’: questo il messaggio che accoglie il 27 gennaio i fan di Neil Young su Spotify dopo lo sfratto autoinflitto del cantante di “Heart of Gold” a causa di una polemica che lo ha opposto nei giorni scorsi a un comico e commentatore no-vax.

Ultimatum di Young a Spotify

“O lui o io”, aveva detto il musicista canadese a proposito di Joe Rogan, titolare di un popolarissimo podcast che nei mesi della pandemia ha diffuso informazioni, a suo dire e di centinaia di scienziati, fuorvianti sui vaccini anti-Covid.

Così, quando il musicista non e’ voluto scendere a patti, Spotify ha cominciato l’opera di sistematica rimozione delle sue canzoni dal sito. Fino a ieri la compilation “This is Neil Young” era disponibile su Spotify con tutti i maggiori successi del musicista, da “Harvest” a “Old Man”, oggi non più’.
“Speriamo di rivederlo presto fra noi”, ha detto la piattaforma ed in realtà è già successo altre volte, ad esempio nel 2015 quando Neil si tirò fuori da Spotify e dalla rivale Apple Music lamentandosi della qualità del suono per poi tornare poco dopo a Canossa.

L’effetto opposto

Stavolta non è chiaro quale sarà l’esito della vicenda. Quel che è chiaro è che l’aut aut di Young non ha avuto l’effetto voluto di rimuovere il podcast del popolare commentatore. Young aveva nei giorni scorsi scritto una lettera aperta annunciando di voler rimuovere tutte le sue canzoni da Spotify. Un’azione che, aveva detto, avrebbe comportato per lui una perdita secca del 60% dei proventi da streaming se Rogan avesse continuato ad avere diritto di cittadinanza sulla piattaforma.

Un ultimatum che non ha convinto Spotify a dare lo sfratto al comico, il cui podcast è diventato il più popolare del sito. Sembra che abbia undici milioni di ascoltatori grazie allo spazio lasciato a personaggi controversi come il complottista di estrema destra Alex Jones che Internet ha messo da tempo al bando. Spotify ha con Rogan un accordo quinquennale da oltre cento milioni di dollari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button