Articoli di Cronaca

Multe ai distributori di benzina: prezzi più alti di quelli effettivi

Nei guai undici distributori di carburante in tutto il territorio veneziano: hanno approfittato dell'aumento dei prezzi dei prodotti energetici per truffare i propri clienti.

Hanno approfittato dell’aumento dei prezzi dei prodotti energetici per truffare i propri clienti. Nei guai undici distributori di carburante in tutto il territorio veneziano che pubblicizzavano prezzi più bassi di gas, benzina e gasolio. Rispetto a quelli effettivamente praticati ai clienti. In queste ultime settimane, in relazione al perdurare degli aumenti dei prezzi praticati al pubblico dei carburanti. E dell’accresciuto traffico stradale legato al periodo estivo, le Fiamme Gialle veneziane hanno intensificato i controlli. Su tutto il territorio della provincia, avviando mirati riscontri nei confronti degli impianti di distribuzione di carburanti.

Oltre 30 controlli

Oltre 30 i controlli svolti nel citato periodo che hanno consentito di rilevare 11 presunti casi di irregolarità. Questi presso distributori localizzati nei comuni di Venezia (Mestre), Jesolo, Salzano, Musile di Piave, Mira, Cavarzere e Chioggia.

Multe ai distributori di benzina

In particolare, ai titolari sono state contestate violazioni. Quali l’omessa comunicazione al Ministero dello Sviluppo Economico dei prezzi praticati dal distributore, attraverso il portale “Osservaprezzi carburanti”. Ovvero la comunicazione di un prezzo inferiore a quello effettivamente praticato al pubblico o ancora l’irregolare pubblicizzazione dei prezzi dei carburanti commercializzati.

Per le suddette violazioni, sono stati interessati i Comuni competenti per territorio in quanto titolari del potere di irrogare le previste sanzioni amministrative. Comprese, per tutte e tre le casistiche accertate, tra un minimo di 516,00 ed un massimo di 3.098,74 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button