Servizi Economia e società

MotoBabbi: in 1200 in missione solidarietà

Record di moto per la 18° edizione di Motobabbo, l'iniziativa che chiama a raccolta motociclisti da tutto il Veneto per portare doni e aiuti ai bambini di casa Nazareth a Chirignago. In questa edizione speciale, dopo lo stop per la pandemia, i centauri partiti da Mirano, con casacca rossa e barba bianca, erano circa 1200.

Un lungo serpentone rosso ha trasportato anche quest’anno lo spirito del Natale in sella a oltre mille motociclette. È l’ormai tradizionale sfilata dei Motobabbi. L’iniziativa solidale che recapita doni e sorrisi direttamente agli ospiti di Casa Nazareth e Chirignago.

Il commento dell’organizzatore di Motobabbi

Interviene Matteo Diamante, organizzatore Motobabbo 2021. “È un progetto di continuità che da 18 anni portiamo avanti. Abbiamo come scopo quello di donare quanto raccolto tra materiale didattico, giocattoli e fondi direttamente ai bimbi di Casa Nazareth, Associazione Volontaria del Fanciullo. Ci tengo anche a dire che se io penso al solidale e penso anche alle realtà che ci servono da anni. Anzi, non è che ci servono, si supportano e danno comunque anche loro reale e forte contributo ai bimbi di Casa Nazareth.

Associazione Solidape

Interviene Michele Maschera, di Associazione Solidape. “È un associazione che è nata nel 2016, raccogliamo fondi con i nostri viaggi e li uniamo per la ricerca. Volevo dire che nel 2022 in settembre/ottobre, andremo in portogallo per il prossimo viaggio. Raccoglieremo fondi in quell’occasione per poi donarli. Oggi siamo qui a Motobabbo, ci ha invitato Diamante, l’organizzatore. Oggi consegneremo anche un calcetto alla Casa famiglia Nazareth di Chirignago”.

Motobabbi

Ma la sfilata dei Motobabbi dispensa allegria a tutti quelli che incontra sul suo cammino a cominciare dai più piccoli ma già super appassionati di moto. Ce ne parlano così. “Per me è un’emozione grandissima perché mi vedo me stesso e voglio continuare finché non ce la farò”. “Invece per me è un amore a prima vista, è stato troppo bello”. “Per me è motivo di sfogo e quando sono sulla moto sono sempre felice”. “Per me andare in moto e soprattutto con il moto babbo mi fa anche significare di condividere la mia passione per le moto con altre persone a cui piacciono”.

I motociclisti con casacca e berretto rosso sono partiti da Mirano, con destinazione Chirignago; dove ha sede l’associazione ‘Volontari del fanciullo ONLUS’. Con il progetto ‘Casa Nazareth’ offe un servizio gratuito sia a livello individuale che comunitario presso i centri diurni di accoglienza Casa Nazareth e aquilone. Per aiutare bambini e adolescenti di famiglie disagiate.

“È una cosa bella perchè si va dai bambini di Casa Nazareth a portargli i doni” dice un bambino in sella alla moto di suo padre.

Il commento dell’assessore di Mirano

Cristian Zara, assessore attività produttive del Comune di Mirano: “Siamo ben felici che sia ripartito il Motobabbo. Un segnale di rinascita dopo questo disastro che ci ha colpito, la pandemia. Mirano ha risposto come sempre presente.  Siamo felici che quest’anno possa raggiungersi il record di moto.”

“Giornata bella, piena di sole, e soprattutto piena di beneficenza e solidarietà. Il Motobabbo è tornato dopo qualche anno di stop e devo dire che è stato un grande successo. Ma la cosa più importante è che tantissime persone da tutta Italia sono venuti qui per fare un’iniziativa di solidarietà. Verso i bambini e verso chi può passare un Natale felice grazie a questa iniziativa.” dice Andrea Tomaello, vice sindaco del Comune di Venezia.

“Buon Natale a tutti, da Mirano, da Cristian e da tutti i Motobabbi”

“Auguri di Buon Natale ai bambini che oggi saranno i protagonisti di questa giornata e soprattutto a tutti i partecipanti.” conclude Andrea Tomaello

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button