Servizi Economia e società

Moto ondoso: il sindaco Brugnaro chiede pieni poteri

Moto ondoso: il sindaco Brugnaro chiede pieni poteri. Esiste una legge ha detto che non è ancora stata applicata

Il tradizionale corteo acqueo della regata storica 2019 era listato a Lutto. O meglio 30 società remiere hanno deciso di esporre un nastro a prua per chiedere un freno alle troppo barche a motore che incrociano sul Canal Grande e nella laguna e creano il moto ondoso.

Il moto ondoso è un tema caro anche al sindaco di Venezia che si è dichiarato d’accordo con cui chiede una navigazione lenta tra i rii veneziani data la fragilità della città e dice che dal 2015 il sindaco della città metropolitana dovrebbe avere il potere di intervenire sulla materia in virtù di una legge mai applicata.

Nell’annunciare la protesta, le società remiere hanno però ringraziato il sindaco Brugnaro per averle invitate a un tavolo di studio che affronti le soluzioni del moto ondoso. Il Comune, recentemente, ha anche avviato una sperimentazione con fasce orarie e targhe alterne nei canali più trafficati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button