Articoli di Economia e società

Mose: lo stallo dei pagamenti alle ditte di costruzione

Si rivela una situazione inaccettabile lo stallo dei pagamenti alle ditte che hanno lavorato alla costruzione del Mose

Ad oggi si può assistere alla situazione allarmante delle aziende che hanno costruito il Mose. Per le imprese che hanno lavorato per la costruzione del Mose si presentano momenti decisivi.

Mose

Queste imprese, infatti, si trovano nella condizione di essere ancora in attesa dei pagamenti per le spese sostenute. Inoltre, questa situazione ha avuto come conseguenza il fatto che si ritrovassero in affanno sul fronte della liquidità.

L’intervento di Sara Moretto

Vista la situazione che si è venuta creare, la deputata veneziana di Italia Viva, Sara Moretto, ha lanciato un appello. L’obiettivo principale del suo intervento è volto affinché le imprese siano pagate al più presto per il lavoro che hanno fatto finora.

Contemporaneamente dovranno avere una prospettiva per ciò che c’è ancora da fare per garantire il funzionamento di un’opera che, ormai lo hanno visto e capito tutti, funziona. E’ così che commenta la deputata veneziana di Italia Viva, Sara Moretto. “Si tratta di aziende che hanno maturato competenze specifiche. Inoltre queste non sono reperibili da nessun’altra parte, le quali, anzi, potranno esportare questo know-how in tutto il mondo.”

Il grido delle imprese

“Il grido delle imprese del Consorzio Venezia Nuova che hanno lavorato al Mose è arrivato ovunque. Per queste aziende e per i loro lavoratori, ancora in attesa dei pagamenti, queste sono ore decisive. Non vorrei che nell’urgenza di risolvere il problema si imboccassero strade diverse da quelle che impone il buonsenso. Per me la soluzione è una: garantire i soldi al Provveditorato, che con serietà li utilizzerà per sbloccare urgentemente i pagamenti”. Sono queste le parole della deputata.

“È evidente però che la necessità di risolvere con urgenza la situazione non deve portarci a scorciatoie. Una volta sanata questa situazione inaccettabile, il passo successivo deve essere quello di arrivare all’Autorità. Questa, come ho già avuto modo di dire, deve essere guidata da profili di alta competenza”. Conclude Sara Moretto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button