Servizi Economia e società

Mira: un comune attivo tra cantieri e solidarietà

Il sindaco Marco Dori a ruota libera sul suo comune, Mira, tra opere realizzate e sogni nel cassetto. L'appuntamento più vicino è per domani con una partita di calcio a favore della banca degli occhi

E’ stata un’estate molto impegnativa per il comune di Mira e questo lo conferma il sindaco Marco Dori, che ha fatto il punto della situazione sul periodo estivo del comune.

I cantieri

Mira ha visto l’apertura di moltissimi cantieri, accelerando i lavori pubblici. Solamente nelle scuole sette sono stati i cantieri aperti, circa un cantiere per ogni frazione. Molti lavori sono stati eseguiti anche nelle strade, le quali molto sono state asfaltate. Non sono mancati gli interventi negli impianti sportivi.

Per quanto riguarda gli anziani, la parola chiave è la sicurezza. Infatti prenderanno il via gli incontri dedicati non solo agli anziani ma a tutti i cittadini per informarli sulla prevenzione. I giovani invece hanno ripreso l’attività della scuola e delle palestre. I centri di aggregazione non mancano ma l’obiettivo è quello di coinvolgerli in attività di volontariato.

Mira apre le porte alla solidarietà

Lo stadio Valmarana ospiterà sabato 28 settembre alle ore 17 una partita di beneficenza molto importante. Da una parte ci sarà una squadra di giornalisti e dall’altra la squadra degli ingegneri di Venezia. Il raccolto della partita sarà devoluto alla Banca degli occhi di Mestre, una fondazione che si occupa della cura delle cornee e della donazione delle stesse, che questa primavera ha subito un furto.

Da giovedì 4 ottobre a domenica 6 ottobre ci sarà un evento di musica e spettacolo, l’Oktoberfest. Tre giorni non solo di musica ma anche di impegno nel sociale e nel solidale in quanto il ricavato verrà destinato ad associazioni del territorio che si occupano degli altri.

In programma c’è anche la costruzione di una pista ciclabile lungo il naviglio, un progetto condiviso da tutti i sindaci della Riviera del Brenta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button