Articoli Sportivi

Parco “Albanese”: inaugurata un’area fitness all’aperto

Inaugurata dal vicesindaco Tomaello e dal campione olimpico Cassina la nuova area fitness al Parco Bissuola realizzata con fondi Pon Metro

Una vera e propria palestra all’aperto, dotata di undici attrezzature professionali con pavimentazione antitrauma nel Parco “Albanese” di Mestre. È stata inaugurata nel pomeriggio di ieri, giovedì 24 giugno, la nuova area fitness outdoor realizzata alla Bissuola con fondi Pon Metro 2014-2020. All’inaugurazione erano presenti il vicesindaco e l’assessore allo Sport Andrea Tomaello, con la partecipazione dell’ex ginnasta e campione olimpico Igor Cassina.

L’iniziativa “Salta, cori, zoga! Lo sport a Venezia riparte dai parchi”

All’appuntamento sono intervenuti anche la presidente del Consiglio comunale, Ermelinda Damiano, insieme ad alcuni consiglieri comunali e di Municipalità. Per l’occasione è stata anche presentata l’iniziativa “Salta, cori, zoga! Lo sport a Venezia riparte dai parchi”: una serie di iniziative da svolgersi all’aperto nelle tante strutture presenti sul territorio.

Lo sport per la ripartenza e per i giovani

“Crediamo che anche lo sport – ha dichiarato il vicesindaco Andrea Tomaello – sia necessario per la ripartenza e che sia fondamentale per una città come Venezia. Soprattutto per i ragazzi più giovani e per le persone anziane che maggiormente hanno sofferto le conseguenze della pandemia.

Il nostro obiettivo è replicare l’installazione di queste strutture per la pratica sportiva all’aria aperta anche in altre aree verdi della città. Ringrazio gli uffici comunali per il supporto e l’attività svolta”. Igor Cassina, inoltre, ha sottolineato: “Lo sport è uno strumento educativo fondamentale per diventare campioni nella vita”.

Area fitness anche per anziani e persone con disabilità al Parco “Albanese”

La nuova area fitness al Parco “Albanese” è stata finanziata interamente con fondi europei per un investimento di 46.421 euro. L’obiettivo è quello di promuovere lo sport all’aperto in sicurezza e rispettando il distanziamento sociale. Le attrezzature e i percorsi sono dedicati alle diverse esigenze, con particolare attenzione a soggetti fragili come anziani e persone con disabilità.

Nel dettaglio, si tratta di 8 strutture per l’allenamento completo per adulti, dal total body, al cardio al body building. Due attrezzi sono dedicati all’outdoor fitness per diversamente abili e uno strumento di tipo composto è destinato ad un circuito a corpo libero.

Favorire la ripartenza delle attività motorie

Per quanto riguarda il programma “Salta, cori, zoga! Lo sport a Venezia riparte dai parchi”, attraverso questa iniziativa il Comune mette a disposizione gratuita alcune aree verdi e piastre polivalenti a beneficio delle associazioni sportive. Questo nell’ottica di favorire la ripartenza delle attività motorie, coinvolgendo la cittadinanza grazie alle realtà che operano sul territorio. Le associazioni possono aderire liberamente al progetto e presentare la loro proposta attraverso un modulo.

Come aderire al progetto per l’area fitness

Il modulo si può scaricare dal sito del settore Sport del Comune da compilare e inviare all’indirizzo sport.me@comune.venezia.it per la terraferma, e all’indirizzo sport.ve@comune.venezia.it per le proposte che riguardano le isole e il centro storico. La mail va inviata almeno una settimana prima rispetto alla data programmata per l’evento.

Le iniziative saranno valutate e inserite in un calendario che andrà avanti fino al 12 settembre, consultabile sul portale Sport del Comune. Ad oggi sono stati già calendarizzati gli eventi dal 25 giugno al 4 luglio su tutto il territorio comunale.

L’obiettivo è portare lo sport nei parchi e nelle piazze di Venezia

“L’obiettivo – ha aggiunto il vicesindaco – è portare, dove possibile, lo sport nei parchi e nelle piazze di Venezia. Con la collaborazione delle associazioni sportive, chiediamo loro di organizzare stage e iniziative dimostrative per riallacciare il rapporto con i cittadini. È la prima edizione della manifestazione, ma l’auspicio è che possa essere ripetuta anche nei prossimi anni”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button