Servizi Cultura e spettacolo

“Mergoglino”: Libro di Francesco Paolo Colangelo

Valentina Bobbo presenta il nuovo libro di Francesco Paolo Colangelo, ambientato a Napoli degli anni '60

Eccoci con una nuova puntata, un nuovo incontro con le recensioni social di Valentina Bobbo. “Oggi vi propongo “Mergoglino”, scritto da Francesco Paolo Colangelo. Un libro ambientato a Napoli, soprattutto una Napoli degli anni ’60, siamo nel 1963, quando un famosissimo presidente degli Stati Uniti, John Fitzgerald Kennedy, attraversa la città in un corteo storicamente importantissimo alla quale partecipano tantissime persone curiose di vedere questo presidente d’oltre Oceano conosciuto da tutti con la moglie e il corteo presidenziale.”

“Mergoglino”: Libro di Francesco Paolo Colangelo

La casa editrice è Editoriale Scientifico. Ricordiamo che questa rubrica che abbiamo organizzato con Valentina Bobbo, tende a dare spazio a testi e libri che spesso non si trovano in libreria perché si devono solo prenotare poiché appartenenti a case editrici piccole e quindi vengono snobbate dalle grandi case editrici ed è più difficile per loro, in qualche modo, sfondare il mercato. Quindi noi vogliamo dare una mano in questo senso. Mergoglino, ricordiamo, Francesco Paolo Colangelo, Editoriale Scientifica, ambientato a Napoli. Dimmi Valentina:

“Ambientato a Napoli, ambientato durante la visita del presidente John Fitzgerald Kennedy e, non c’è ovviamente solo l’aspetto storico, ma c’è l’aspetto umano che, forse, è la parte più interessante perché è quella in cui l’autore stesso è giovane, è un fanciullo. Si ricorda di queste zone di Napoli con amore e tenerezza, raccontando le vicende di diversi personaggi che sono un po’ delle maschere tragiche come le definisce lui.

Perciò non solo la storia che passa attraverso Napoli ma anche la vita quotidiana che si mescola a questo grandioso evento e che ci fa un po’ ripercorrere la Napoli dell’epoca. Tra l’atro Mergoglino è l’antico nome della Mergellina, uno dei quartieri più famosi di Napoli. È un quartiere molto famoso, molto fervente e vivace della Napoli dei secoli passati.”

Qual era l’obbiettivo? Quello di fotografare una Napoli che non c’è più?

“L’obbiettivo era quello sì, di fotografare una Napoli che non c’è più, indubbiamente, e anche di legarla a un evento che magari in pochi conoscono perché questo la che da la visita del presidente Kennedy, in qualche maniera fa affiorare le vite anche di quelli non sono così famosi per cui da modo anche di far risaltare, da un lato questa cosa internazionale importantissima, dall’altro però queste piccole vite che in qualche maniera si legano a quest’evento eccezionale e che sono vite normali per cui, passioni, tragedie, maschere un po’ particolari della Napoli degli anni ’60.

Benissimo. Allora ripetiamo, Mergoglino, Francesco Paolo Colangelo, Editoriale Scientifica. Devo dire che da quando abbiamo incominciato questa rubrica, la fantasia sicuramente si scatena. Scopri davvero che il mondo è pieno di gente con un sacco di idee. Grazie Valentina Bobbo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button