Medicine Rocks, a Milano in memoria di Tomaso Cavanna
L'imprenditore, organizzatore di eventi ed ex discografico Tomaso Cavanna, scomparso prematuramente il 26 agosto.

Molti artisti hanno onorato la memoria di Tomaso Cavanna

E’ andata in scena ieri – martedì 26 novembre – all’Alcatraz di Milano, la serata benefica “Medicine Rocks” (QUI la sintesi in un video) in memoria di Tomaso Cavanna, l’imprenditore, organizzatore di eventi ed ex discografico scomparso lo scorso 26 agosto. Il ricavato dello show, condotto da Victoria Cabello e Marco Maccarini, servirà per finanziare una ricerca finalizzata a sostenere il lavoro di un giovane scienziato/a per lo sviluppo di un nuovo approccio di nano-immuno terapia. I primi ad esibirsi sul palco del locale milanese sono stati i Casinò Royale, seguiti da Alex Britti, che ha eseguito “Gelido”, poi i Negrita hanno presentato “Cambio”, “Ho imparato a sognare”, “Che rumore fa la felicità” e “Pace amore e gioia infinita” insieme a Jovanotti, che ha poi cantato le sue “Oh, vita!” e “Paura di niente”.

L’evento segna la nascita dell’Associazione Medicine Rocks

I Bud Spencer Blues Explosion con Saturnino hanno portato all’Alcatraz la cover in italiano di “Hey Boy hey girl” dei Chemical Brothers, i Subsonica hanno invece proposto “Tutti i miei sbagli” e “Coriandoli a Natale”, mentre i Bluvertigo di Morgan, preceduti dagli Almamegretta con Raiz, hanno presentato “Altre F.D.V”. Infine, “Heroes” di David Bowie, cantato insieme da  tutti gli artisti intervenuti, ha chiuso l’evento, che segna la nascita dell’Associazione Medicine Rocks, il cui obiettivo – spiega un comunicato – è di «organizzare e promuovere eventi musicali, artistici e di varia altra natura al fine di sostenere e promuovere la ricerca sull’immunoterapia e la nanomedicina, nuove frontiere nella cura delle neoplasie».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here