Servizi Cronaca

Medici e infermieri no-vax: l’Ulss 3 ne raccoglie 120

I medici e gli infermieri no-vax che il governo ha deciso di far tornare negli ospedali con due mesi di anticipo, dividono l'opinione pubblica. L'Ulss 3 ne reintegra 120

Luca Zaia si dimostra favorevole alla proposta del governo Meloni di anticipare il reintegro del personale sanitario no-vax. Il governatore del Veneto afferma: “Mancano 3000 medici nella regione. Per altro i sanitari no-vax sarebbero comunque rientrati tra due mesi”. Il governatore del Veneto ha aggiunto che non rinnega quanto fatto nei due anni di covid, tanto che si è sottoposto a tre vaccinazioni.

I numeri dei no-vax nel veneziano

Nel veneziano saranno 120 i sanitari che verranno reintegrati anche se bisogna attendere l’ok degli ordini professionali; c’è anche la possibilità che nel frattempo i no-vax abbiano trovato un altro posto di lavoro. Per tutti rimane negli ospedali l’obbligo della mascherina. Intanto nel territorio dell’Ulss 3 nei primi 10 giorni della campagna vaccinale sono 250 i sanitari che si sono vaccinati su un totale di 16mila somministrazioni effettuate.

I vertici dell’Ulss Serenissima hanno messo a  disposizione 115mila dosi gratuitamente agli over-60 e ai fragili e giudicano un buon numero le somministrazioni richieste finora. Il 26 novembre al Pala Expo di Mestre ci sarà un vaccination day in vista dell’arrivo del picco dell’influenza previsto dopo Natale.

Ti potrebbe interessare anche: Ottobre Rosa 2022 – La forza in passerella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Disattiva AdBlock per sostenerci

Televenezia ogni giorno mette a disposizione informazioni e contenuti gratuiti. La libertà d'informazione deve essere sostenuta e Televenezia lo fa anche grazie ai banner pubblicitari. Sostienici e disattiva AdBlock