Michelle Hunziker
Adriano Celentano avrebbe scelto Michelle Hunziker come prima donna della serie-evento "Adrian", su Canale5.

In Mediaset: Michelle Hunziker reclutata da Adrian Celentano, Ilary Blasi pronta a disertare e Nadia Toffa insignita della cittadinanza onoraria di Taranto.

Secondo Tv Sorrisi e Canzoni, Michelle Hunziker sarà la padrona di casa di Adrian la serie – evento di Adriano Celentano, in partenza nelle prossime settimane su Canale 5, che anticipa il cartoon omonimo con quattro puntate speciali registrate in un teatro di Verona. La conduttrice svizzera sarebbe pronta a dare il proprio contributo al programma che aprirà la strada all’atteso graphic novel animato, scritto e musicato (insieme a Nicola Piovani) dal Molleggiato nazionale, con i disegni di Milo Manara.

Intanto, dopo l’addio a Mediaset di Simona Ventura, che ha deciso di tornare alla Rai per presentare “The Voice of Italy”, pare che anche Ilary Blasi stia pensando di fare i bagagli e cambiare aria. Lo ipotizza il settimanale Oggi, rivelando che la moglie di Francesco Totti, reduce dalla conduzione del “Grande Fratello Vip 3”, sarebbe ai ferri corti con l’azienda a causa dell’ampio spazio concesso alla collega Barbara d’Urso, che, oltre ai consueti appuntamenti quotidiani e domenicali, sta per tornare con “La Dottoressa Giò 3” e ad aprile assumerà nuovamente le redini del “Grande Fratello 16”. Una scelta, quest’ultima, che non sarebbe stata gradita dalla signora Blasi.

Nadia Toffa, invece, sta per diventare cittadina onoraria di Taranto: la Iena, che più volte si è occupata dell’Ilva e dei problemi ambientali della città pugliese, oltre ad essere stata madrina della campagna di vendita delle magliette Ie Jesche Pacce Pe Te a favore dell’oncologia pediatrica, riceverà l’onorificenza il 14 gennaio. La motivazione cita il «grande impegno solidaristico ed altruistico e la fondamentale attività svolta a sostegno del reparto di pediatria oncologica dell’Ospedale SS. Annunziata». Nadia tornerà alla guida del programma di Italia1 dal 20 gennaio, sempre affiancata, a rotazione, da Giulio Golia, Filippo Roma e Matteo Viviani.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here