Obiettivo Salute

Ozono: i protocolli di applicazione. Parla Maurizio Insana

Maurizio Insana ci spiega l'importanza dei protocolli di applicazione con l'ozono eseguiti da dieci anni dalla Sannio-Tech.

Maurizio Insana, ricercatore e Divulgatore Sannio Tech, Polo dell’Innovazione, è  responsabile della formazione del Centro di Ricerca Finlinea spa – DF Medica. Esperto nel settore risorse umane, Insana ha competenze nel campo delle scienze sociali, è studioso delle relazioni tra genetica, fede e nutrizione. In questo video spiega l’importanza dei protocolli di applicazione con l’ozono

Padre fondatore del metodo Ken-BO2 ed autore dei libri: L’Energia è dentro di noi, Siamo Energia.

Protocolli di applicazione con l’ozono

Maurizio Insana spiega così gli obiettivi perseguiti del centro Sannio-Tech: “Noi da dieci anni, abbiamo accumulato tantissimi protocolli di applicazione con l’ozono, per parte per milione. Conosciamo la concentrazione dell’ozono, c’è l’ozono per virus e batteri, per la sanitizzazione, per la bonifica.

Dipende dalla quantità di questo gas all’interno di una superficie e il volume che si genera, bisogna capire l’obiettivo che si vuole realizzare. Ci sono tanti protocolli dell’ ossigeno-ozono-terapia.

Questo gas viene utilizzato anche dai medici per malattie come: lo sfogo di Sant’ Antonio, problemi di lombo-sciatalgia. Quindi anche i medici ne fanno utilizzo.

Noi da dieci anni, produciamo e parliamo di questo gas e quando è arrivato il covid-19, avevamo già dieci anni di esperienza di protocolli applicativi, che sicuramente tante altre persone non avevano applicato agli ambienti. È dal 2013 che esiste un protocollo di sollecitazione, per quanto riguarda le scuole per diminuire la carica virale.”

Il sito web disponibile del ricercatore Maurizio Insana. Il link della sua pagina facebook ufficiale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button