La Voce della Città Metropolitana

Massimo Zanon: salvare e sostenere le piccole e medie imprese

E' il nuovo presidente della Camera di Commercio di Venezia - Rovigo ed è chiamato ad una grande sfida, quella di sostenere e salvare dalla fina migliaia di piccole e medie imprese.

“Io arrivo da Confcommercio e ci rimarrò, quello della Camera di Commercio è un servizio che faccio alla mia associazione e anche alle altre, almeno per ritrovare un po’ di fiducia e ottimismo” racconta Massimo Zanon.

Massimo Zanon e la Camera di Commercio di Venezia

“La Camera di Commercio è una istituzione pubblica. Abbiamo il compito gravoso di renderla più utile possibile poichè non ha a che fare con singole categorie. I progetti per il 2021 sono di mantenere in primis i programmi dello scorso consiglio; poi di gettare le basi per progetti a medio termine a cavallo delle prossime settimane che vedano già risultati nel corso del prossimo anno; auspico una camera di commercio che guardi avanti, rispetto a una quotidianità, evitando di essere attaccabili come “fotocopia delle categorie e superflui”. Un ente come il nostro non è insignificante, rappresentiamo tutti coloro che hanno una partita IVA, il commercio ma anche artigianato, agricoltura e la produzione industriale interna e internazionale”.

I compiti

“Tra i compiti della Camera è la promozione del territorio e del tessuto economico; a fare promozione da soli non ce la faremo mai, bisogna instaurare una collaborazione con le attività; noi promuoviamo Venezia coi prodotti che produce, coordinandoci con regioni e comuni possiamo avere delle risposte ai problemi dell’area in tempi più brevi di quanto è possibile ai singoli enti. Oggi la promozione del turismo si basa sull’aspetto digitale, servono impegni per reinventarsi e offrire nuove possibilità al tessuto economico.”

“Fortunatamente il paese non si è fermato totalmente e settori sono persino riusciti a aumentare gli introiti, basti pensare alla sanità; il fatto è che i risparmi nelle banche aumentano complessivamente perchè questo paese non dà sicurezze all’investimento, la burocrazia è folle, la giustizia lenta; la situazione è di un paese che deve fare una serie di cose che lo rendano attraente all’investimento e al futuro”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button