Servizi Cultura e spettacolo

Marco Toso Borella e la tecnica per la realizzazione della Via Crucis

Marco Toso Borella, artista veneziano a 360 gradi, ha realizzato la Via Crucis seguendo le tecniche antichissime tramandate dalla sua famiglia.

Siamo in Quaresima e a Murano, all’interno della Basilica di San Donato, c’è una Via Crucis del tutto speciale. Opera unica al mondo, espressione di una tecnica artistica antica:  è una Via Crucis in Vetro di Murano realizzata dall’eclettico artista muranese Marco Toso Borella, direttore del coro più numeroso d’Italia (la Big Vocal Orchestra), scrittore, ricercatore storico ma soprattutto pittore e artista del vetro di Murano

Le parole di Marco Toso Borella

“Ho realizzato questa Via Crucis seguendo una tecnica antichissima che è patrimonio della mia famiglia da secoli. Cioè un incisione ad ago su foglie d’oro applicate su piastra di vetro fatto, anch’essa fatta a mano e poi ricotta nel forno.

A questa prima incisione vengono sovrapposti smalti davanti e dietro la piastra, in modo che si può creare una tridimensionalità. Sono onorato che il patriarca Francesco Moraglia di Venezia abbiamo scelto la mia opera per poter accompagnare le sue meditazioni sulla via Croce.

Burano e Venezia possono ancora dire moltissimo anche in questa Resurrezione del mondo”. Queste le parole di Marco Toso Borella.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button