Home Notizie Articoli di Cultura e Spettacolo CalcioNews: Maradona, un manuale argentino e l’arbitro serbo in galera

CalcioNews: Maradona, un manuale argentino e l’arbitro serbo in galera

221
maradona
Diego Armando Maradona è stato nominato presidente e responsabile calcistico del club bielorusso Dinamo Brest.

La finora non esaltante carriera di Maradona fuori dal campo proseguirà in Biellorussia, intanto in Argentina ha fatto scalpore un particolare manuale diffuso dalla Federcalcio, mentre in Serbia un arbitro è finito in galera per le sue decisioni.

Dopo la mancata promozione nella massima serie del campionato degli Emirati Arabi con l’Al Fujairah e il conseguente divorzio, la non brillante carriera di Diego Armando Maradona fuori dal campo proseguirà in Biellorussia: «La Dinamo Brest mi ha appena nominato presidente e responsabile calcistico del club. Ringrazio i bielorussi per aver pensato a me. Ce la metterò tutta, come ho sempre fatto, per farne una squadra competitiva», ha scritto in questo post su Facebook il campione argentino, che ha firmato un contratto triennale per supervisionare l’area trasferimenti e lo sviluppo strategico della società

Intanto nella sua Argentina ha fatto scalpore un capitoletto del manuale diffuso durante un corso organizzato dalla Federcalcio per dirigenti, giocatori, tecnici e giornalisti che si recheranno in Russia per la Coppa del Mondo. Infarcito di ovvietà e triti luoghi comuni, il testo intitolato “Cosa fare per conquistare una ragazza russa” è finito presto sul web e ha scatenato non poche polemiche prima di essere cassato.

In Serbia, invece, è finito in galera un arbitro del massimo campionato nazionale, tale Srdjan Obradovic, che dovrà comparire davanti a un giudice di Novi Sad dopo essere stato arrestato con l’accusa di abuso d’ufficio per aver favorito la squadra di casa dello Spartak Subotica nel match contro il Radnicki Nis.

Una partita cruciale, dato che entrambe le squadre erano in corsa per un posto in Europa League. Il direttore di gara (lo potete vedere all’opera QUI) accusato di aver assegnato due rigori, uno dei quali assai dubbio, e mantenuto per tutti i 90 minuti un atteggiamento poco imparziale, sarà detenuto per 48 ore e poi consegnato al procuratore in carica.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here