maltempo a jesolo

Maltempo a Jesolo: Il sindaco della città di Jesolo, Valerio Zoggia, e l’assessore all’Ambiente e al Demanio, Esterina Idra, hanno preso la decisione di convocare una riunione di emergenza. Le principali associazioni di categoria, ovvero Associazione Jesolana Albergatori (guarda l’intervista), Federconsorzi e Veneto Chioschi, hanno ricevuto la comunicazione. Guarda la prima stima dei danni

La riunione

La riunione è prevista per le ore 10.30 presso la Sala Giunta. Sarà l’occasione per fare il punto della situazione a fronte delle difficoltà che sta vivendo il litorale con danni ingenti alla spiaggia dovuti all’erosione. Mareggiate a Jesolo: viaggio nelle varie zone colpite

Maltempo a Jesolo

“Siamo di fronte ad una situazione particolarmente difficile – spiega l’assessore all’Ambiente della città di Jesolo, Esterina Idra – che sul litorale non si vedeva da decenni. Jesolo ha sempre fatto i conti con le mareggiate e il maltempo. Ma gli eventi dello scorso martedì hanno lasciato ferite profonde che hanno pochi precedenti. Per di più, il maltempo sta perdurando. Continuerà a colpire il nostro litorale, già indebolito dall’eccezionalità dei giorni scorsi, anche nel fine settimana. Con queste premesse il rischio è che la spiaggia perda ben più dei circa 200 mila metri cubi di sabbia attualmente stimati. Si rischia anche che si trovi esposta alle altre amareggiate dell’inverno.

Il tavolo convocato con le associazioni di categoria serve a fare un punto serio di questa emergenza e per trovare la necessaria convergenza sulle misure che potranno essere messe in atto, sia per la gestione delle possibili criticità, sia per affrontare il post emergenza. Deve essere chiara a tutti una cosa: la città e tutti i suoi operatori economici sono in prima linea per fare fronte al momento che stiamo vivendo e posso assicurare fin d’ora che sarà fatto di tutto, attraverso tutti i canali a disposizione per far sì che la stagione 2020 possa aprirsi con una spiaggia ripristinata, perfettamente fruibile dagli operatori turistici e dagli ospiti”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here