Radio Venezia Musica

Malika Ayane: l’inno all’amore per se stessi a Sanremo 2021

Malika Ayane porta sul palco dell'Ariston di Sanremo 2021 la sensazione di diventare improvvisamente adulti attraverso un'energia senza tempo

Tra i 26 Big che calcheranno il palco di Sanremo, non si può non parlare di una delle protagoniste, la cantante  Malika Ayane. Con il brano ‘Ti piaci così’, la cantante sperimenta un nuovo movimento su beat e melodie. Parla dell’oggi, dell’amare se stessi per come si è veramente e di saper accettare che, quella sensazione di diventare improvvisamente adulti, la vivono tutti ed è un momento di passaggio nella vita.

Malika Ayane a Sanremo 2021

Quando parla di questo brano, la cantante racconta come inizialmente non fosse un progetto specifico e organizzato ma nasce da una session artistica assieme a Rocco Rampino, CongoRock, e Alessandra Flora. L’improvvisazione dei beat e degli accordi hanno dato origine a un brano che ha permesso, non con facilità, a Malika Ayane di accompagnarvi un testo che sarà però ricco di energia e di positività.

“La forza più grande del brano è nell’espressione della linea vocale e che, quindi, potrebbe anche cantarsi senza parole.” Racconta la contante. Le parole trovate, non possono dirsi didascaliche, retoriche o troppo complicate poiché l’obiettivo di Malika era pensare al momento storico in cui ci troviamo.

L’intenzione del testo

Nel panorama di incertezza che ci troviamo e la paura di trovarsi davanti a un pubblico di intellettuali, la cantante Sanremese racconta che spesso l’attesa da parte del pubblico non è allineata con quello che poi lei crea musicalmente. La capacità di non riuscire mai a essere inquadrata è forse uno dei punti di forza della cantante che riesce a rimanere sempre al passo coi tempi senza sembrare forzata e facendolo a modo suo, con energia, classe, talento. Nessuno vedrà mai un atteggiamento diverso se non si è i primi a porsi in un modo diverso.

“Ti dico anche che quest’anno ho voglia di emozionare da un punto di vista diverso. Ci avviciniamo alla primavera e volevo tirare fuori un lato più leggero, fresco.” Spiega Malika Ayane. La diversità con gli altri brani del suo album nasce proprio da questo. Partendo dalla melodia, in acustico, si può mettere intorno al brano qualsiasi cosa, tuttavia è importante non perdere quella sensazione di “treno che arriva e tu ci salti sopra e poi risalti giù quando hai finito.” Come racconta la cantante.

Amarsi per ciò che si è

“Parla di questo, di come ciclicamente ci troviamo di fronte alla possibilità di decidere se lasciar vivere le parti di noi che a volte reprimiamo. Ci sono contesti che ci forzano a stare nei ranghi, ma a volte siamo noi ad essere il nostro principale nemico.” Queste le parole della cantante Sanremese. Il bilancio che in certo momento della vita ci ritroviamo tutti a fare ci fa ritornare indietro nel tempo, quando da giovani eravamo disposti a tutto pur di perseguire e raggiungere i nostri sogni.

Raccontando questo particolare aspetto della maturità della vita, Malika Ayane si lascia trasportare dal ricordo di una lei ventenne che pur di suonare accettava anche 20 euro per delle ore. Ora la paura di deludere gli altri e di fare tutto alla perfezione ha affievolito questo modo di fare della cantante che, racconta, “l’ha fatta divertire di meno.” Come tutti, ripensando a quel periodo di spensieratezza, ha sentito la mancanza all’idea di ritornare al momento in cui sognava di fare questo lavoro per il solo gusto di farlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button