Maldestro presenta al Candiani il suo nuovo album

Il cantautore partenopeo Maldestro presenta sabato 2 febbraio alle 21 a Mestre il suo nuovo album Mia madre odia tutti gli uomini.

L’album arriva dopo l’esperienza del Festival di Sanremo 2017 dove, con il brano Canzone per Federica presentato nella categoria Nuove Proposte, si è classificato al secondo posto vincendo il Premio della Critica del Festival della canzone italiana “Mia Martini”, il Premio Lunezia, il Premio Jannacci, il Premio Assomusica e il Premio Miglior Videoclip. Da allora tantissimi concerti e un album realizzato in acustico in solo, presentando caratteri del tutto diversi dal precedente.

Ora con questo nuovo disco l’esperienza, dapprima intima e solitaria, diviene racconto di vita. In Mia madre odia tutti gli uomini, Antonio Prestieri, in arte Maldestro, ha scelto di raccontare una parte della sua vita, come un flusso di coscienza rimandato da uno specchio. Dieci storie che ci prendono per mano e ci portano nel mondo di Antonio senza alcuna riserva. Il cantautore sceglie, per questo nuovo viaggio, di fermare nel disco una parte del suo cammino, dove inevitabilmente l’ascoltatore trova una parte della proprio vita.

La produzione artistica è stata affidata a Taketo Gohara, sound designer che ha firmato lavori di Vinicio Capossela, Brunori Sas, Marta sui Tubi, Negramaro, Motta, Ministri, Verdena, Mauro Pagani e molti altri artisti.

Il titolo dell’album appare come frase nel brano Come una canzone che da cantautore dedica alla madre, in una dichiarazione che commuove nell’enorme voglia di darle soddisfazioni. Mia madre odia tutti gli uomini è la bellezza, capace di mantenere l’attenzione in ogni passaggio, in grado di emozionare continuamente, sia musicalmente che come testi, è un album sulla vita, ma quella vera, di un cantautore capace di donare e comunicare senza mai nascondersi, capace di trasporre l’ascoltatore nel proprio sguardo.
L’album è stato anticipato dall’uscita del singolo e video Spine.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here