Articoli di Cultura e Spettacolo

A Malamocco la 221° edizione della Festa della Madonna della Marina

Torna a Malamocco la 221° edizione della Festa della Madonna della Marina, grande festa per una delle manifestazioni più sentite dal borgo

Grande festa quest’oggi a Malamocco per le celebrazioni della Madonna della Marina, la manifestazione, giunta alla 221° edizione, promossa dall’associazione Comitato festeggiamenti di Malamocco, dalla Proloco di Lido e Pellestrina, dalla Municipalità e inserita nel calendario delle Città in Festa. In rappresentanza dell’Amministrazione comunale è intervenuto l’assessore al Bilancio Michele Zuin insieme al presidente della Municipalità Emilio Guberti.

Il miracolo della Madonna “del zocco”

Dal 3 al 10 luglio un nutrito programma di appuntamenti ha contrassegnato una delle festività più antiche e più sentite dal borgo: si racconta che intorno al 1300 un malamocchino, Felice Dario, avrebbe trovato lungo la battigia un tronco che portò a casa per farne legna da ardere. Per tre volte il pezzo di legno scomparve e per altrettante egli lo ritrovò nel luogo originario fino a quando apparve sulla superficie legnosa l’immagine della Vergine. Da allora si ricorda il miracolo della Madonna “del zocco”, detta poi Madonna della Marina.

La Festa della Madonna della Marina

Dopo la Messa nella chiesa arcipretale di Santa Maria Assunta, presieduta da Don Peter Jurcarga della diocesi di Spis (Slovacchia) e dal sacerdote dell’isola, Cesarino Zanusso, è seguita la processione storica della Madonna di Marina con la reliquia e l’accompagnamento della banda musicale di Pellestrina. “Un appuntamento – ha dichiarato Zuin – che ci rende molto felici perché ritornato dopo due anni di sospensione a causa dell’emergenza sanitaria.

Ad allietare la serata ci saranno lo stand gastronomico, la musica dal vivo, i balli, la tombola di beneficenza ed infine i fuochi d’artificio.

L’assessore Zuin ha voluto anche ringraziare il comitato organizzatore, che quest’anno ha visto un cambio generazionale, con nuovi membri, che insieme ai componenti storici, hanno contribuito a portare avanti la tradizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button