Servizi Economia e società

Macedoni al lavoro nei cantieri e negli ospedali

La Macedonia del Nord offre maestranze all'Italia per i cantieri edili del superbonus senza addetti e per gli ospedali dove mancano infermieri. Da una anno esiste un'associazione di imprenditori che riunisce una cinquantina di italiani e macedoni, che ora punta ad uno scambio commerciale.

Macedoni pronti a fare lavoratori edili ed infermieri, e colmare i vuoti lasciati dai giovani italiani che coltivano altri sogni. Mentre i cantieri edili, provenienti dagli incentivi del Super Bonus, rischiano di non aprire per mancanza di addetti.

Una nuova associazioni di imprenditori macedoni

Quel vuoto per i macedoni è una nicchia. Al punto che Munir Semsi, fondatore di un’associazioni di imprenditori macedoni e italiani (API Nord-Est), non parla di muratori, ma di artigiani. Il lavoro è cambiato, ha detto, grazie alla tecnologia. E per questo ha proposto la creazione di due scuole.

Munir Semsi, Fondatore Associazione Api Nord-Est

“Vorrei dire tre progetti principali che abbiamo con la nostra associazione. Uno è quello di creare una Camera di Commercio italo-macedone, a cui stiamo già lavorando. Il secondo progetto è quello di una scuola edile professionale. E la terza è una scuola che faremo in Macedonia. Si tratta di una scuola di infermieri, che verranno istruiti per venire a lavorare in Italia”.

Munir è l’esempio di un macedone che, giunto in Italia, ha fatto fortuna. E’ arrivato 30 anni fa, e ora ha un’azienda con 25 addetti. Ed è uno dei 25 mila macedoni che risiedono nel Veneto. Nutre anche la speranza che ci sia uno scambio tra i due Paesi, con tassazioni agevolate per le aziende italiane che investono in Macedonia, e viceversa.

“Con la nascita della nostra associazione, Api Nord-Est, si vuole dare l’opportunità ad imprenditori italiani e macedoni per investimenti in Italia e in Macedonia”, spiega Munir Semsi.

Una proposta che ha trovato sostegno nella Regione Veneto e nel Comune di Venezia.

Simone Venturini, Assessore Comune di Venezia al turismo

“Segna la nascita di una nuova attività imprenditoriale. Questa presenta molte aziende del territorio legate a molti settori, in particolare quello edile, con grandi lavoratori e persone che hanno scommesso sul nostro territorio. E che hanno vinto la scommessa. E quindi una nuova realtà nasce, e come quando nasce un bambino bisogna fare festa. E quindi noi davvero festeggiamo la nascita di questa bellissima realtà. E manifestiamo la certezza di collaborare insieme”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Disattiva AdBlock per sostenerci

Televenezia ogni giorno mette a disposizione informazioni e contenuti gratuiti. La libertà d'informazione deve essere sostenuta e Televenezia lo fa anche grazie ai banner pubblicitari. Sostienici e disattiva AdBlock