Servizi Cronaca

Luciano Flor: abbiamo 300 terapie intensive libere

Dalla sede della Protezione Civile dove oggi non era presente Luca Zaia è toccato al direttore generale della sanità veneta Luciano Flor rispondere alle richieste di chiarimenti sul numero di posti letto per la terapia intensiva effettivo di cui dispone la Regione

“Siamo in grado di avere a disposizione posti letto sia in area non critica che in terapia intensiva negli ospedali veneti, se necessario. L’andamento generale della pandemia è costante”: è quanto ha replicato stamane il neo direttore generale della Sanità Veneta Luciano Flor attacco congiunto dei sottosegretari veneti del PD Achille Variati, Pier Paolo Baretta e Andrea Martella che avevano chiesto a Luca Zaia dati realistici e no ottimistici sulla disponibilità dei posti letto in Regione.

Luciano Flor

Luciano Flor da Marghera ha resoconto con numeri alla mano, che gli ospedali veneti possono offrire effettivamente 1000 posti letto di terapia intensiva. Stamattina alle 8, ha detto Flor, avevamo 50 posti letto di terapia intensiva vuoti e liberi sui 698 regionali.

Può capitare l’ondata per una provincia e in questo caso ricoveriamo in un’altra sede, ha aggiunto: “adesso ci sono le opinioni e ci sono i dati. Io sono pronto ad accompagnare  chi vuole venire in qualunque forma e con qualunque mandato, a far vedere che gli ospedali del Veneto abbiamo più di 1000 letti di rianimazione. Abbiamo più di 1000 ventilatori, abbiamo più di 1000 monitor e abbiamo più di 1000 pompe e siringhe per rianimazione. In questo momento ne stiamo utilizzando 700”

Vaccini

Intanto il dibattito si è spostato dal covid ai vaccini: se il 20% dei sanitari in Italia rifiuta l’inoculazione ci sono, invece, molte fasce della popolazione, tra cui le categorie economiche più colpite, che chiedono di bruciare le tappe per vaccinare più persone al più presto possibile.

Luca Zaia ha annunciato 186mila dosi entro il 25 gennaio. Per il veneziano 27.300 dosi. I vaccini arriveranno dalla struttura commissariale in diversi lotti a partire da oggi e quindi il 4, 11, il 18 e il 25 gennaio 2021.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button