Servizi CronacaServizi Economia e società

Luce +59%: a Jesolo, gli alberghi chiudono da oggi

Nel mese di settembre, l'inflazione è salita dell'8,9% e le bollette della corrente elettrica aumenteranno del 59%, gli alberghi chiudono

Nel mese di settembre, l’inflazione è salita dell’8,9% e le bollette della corrente elettrica aumenteranno del 59% nel trimestre ottobre, novembre, dicembre. La notizia è ufficiale ed è stata data da ARERA, l’autorità per l’energia e a Jesolo, da oggi, l’attività balneare si ferma per molti alberghi.

Disastro per gli alberghi

C’erano gruppi organizzati che avevano prenotato un soggiorno nei mesi di ottobre ai quali è stata annullata la prenotazione e l’effetto domino si abbatterà su ristoranti, bar, negozi e servizi, sempre se siano stati così temerari da tenere aperto nonostante l’aumento. La situazione è drammatica per gli albergatori che stavano recuperando le spese dopo due anni di Covid. Ma va anche peggio per gli stagionali con migliaia di operatori dove dietro ci sono altrettante famiglie che speravano di proseguire la stagione fino a dicembre. Alcune strutture di nicchia con clientela selezionata rimarranno aperte, ma per tutte le altre, la chiusura è diventata una necessita. In montagna si calcola che un altri 15% di alberghi ha già rinunciato alla stagione invernale.

Si cerca di ridurre il prezzo

L’ARERA ha cercato di indorare la pillola spiegando che un intervento straordinario per ridurre il prezzo per Kw è stato fatto, altrimenti il costo sarebbe esattamente raddoppiato. L’aggiornamento è trimestrale, dunque bisogna attendersi un altro aumento in gennaio. Mentre per il gas sarà mensile, quindi per scaldarsi si naviga a vista. L’altra brutta notizia è che i paesi dell’Unione Europea rifiutano di fissare un tetto al prezzo del gas. Giorgia Meloni e Mario Draghi hanno chiesto un patto per l’Italia.

Ti potrebbe interessare: Bando aiuto bollette a Venezia: aperto sportello

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button