Vibrante e commovente, Liliana Segre continua a testimoniare in tutte le sedi in modo straordinario gli orrori della Shoah.

Liliana Segre

Dopo il discorso tenuto al parlamento europeo, in cui ha fatto piangere più di qualche parlamentare, le sarà conferita la cittadinanza onoraria a Venezia. Ciò avverrà alla presenza del Consiglio comunale nel corso di una cerimonia pubblica.

La decisione

La decisione è stata presa in queste ore dalla giunta Brugnaro in sintonia con i valori della città, e per onorare una donna che a 90 anni non si sottrae ad un costante impegno nel dare memoria di un orrore che ha segnato indelebilmente la storia dell’uomo.  “Mi è sembrato un dovere”, ha detto davanti ai parlamentari, “dare un messaggio di nonna ai mieri nipoti ideali”

Venezia è e sarà sempre in prima linea, ha dichiarato Brugnaro,  per difendere la libertà di tutti rivendicando la sua millenaria storia di Città culturalmente, religiosamente e ideologicamente aperta.

Pietre d’inciampo

In occasione del giorno della memoria domani venerdì dalle 9.30 si svolgerà la cerimonia della posa di dodici pietre d’inciampo a Venezia, in memoria dei cittadini e cittadine deportate nei campi di sterminio nazisti.

Si inizierà in Calle Larga XXII Marzo 2313, nel sestiere di San Marco, per poi proseguire nei sestieri di castello e Cannaregio Una sarà intitolata a Giuseppe Jona, medico e presidente della Comunità ebraica di Venezia morto suicida nel 1943 per non dover consegnare ai nazisti l’elenco dei cittadini ebrei rimasti in città.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here