Oggi parleremo della Lega, dal punto di vista del nostro territorio e di come si è imposta alle ultime elezioni amministrative, soprattutto a Spinea, dove dopo 10 anni è stata espugnata la roccaforte del centrosinistra.

Per discutere dell’argomento c’è il Segretario della Lega Nord di Spinea, Pietro Curreli e con lui parleremo di come nel territorio essere di sinistra o di destra c’entra poco, ma si lega la propria paternità politica a singoli progetti.

Grande soddisfazione per la vittoria a Spinea, dopo un lavoro che durava da 3 anni circa. “Per anni ha vinto la regola dell’imprenditore” spiega Curreli.

I problemi di Spinea

Gli ultimi 10 anni, sostiene il Segretario, sono stati caratterizzati da una disattenzione totale per gli anziani e per i giovani.

Il vivere quotidiano ha cambiato certe regole. ragazzi hanno bisogno di svaghi e luoghi dove trascorrere i sabato sera. Nascono purtroppo giornalmente dei comitati per protestare se i rumori provenienti dai bar sono troppo eccessivi.

La soluzione è quella di rieducare sia i proprietari di bar e locali, ma anche chi mette in piedi questi comitati.

Il “vecchio” progetto della cittadella del divertimento

Esiste un vecchio progetto, che regalerebbe un sogno. Un centro acquatico, in modo che le famiglie possano godere del sole e divertirsi a Spinea, con affianco locali e una discoteca. Ci sarebbero poi anche degli spazi pensati e dedicati agli anziani.

La zona ideale sarebbe affianco alla SP38, in mezzo ai due caselli autostradali, che tra l’altro sono dei facili accessi per chi viene da altri comuni come Treviso, Padova e Venezia.

I fondi dovrebbero dagli imprenditori che hanno creato la loro fortuna su Spinea, ma coinvolgendo anche qualche cittadino che ha la possibilità di investire nell’idea.

Le critiche alla Lega

“Piuttosto che passare inosservati meglio essere criticati”. Questo dichiara Pietro Curreli quando gli viene chiesto cosa ne pensa dei continui attacchi fatti alla Lega. Si dice poi molto preoccupato delle offese di persone come Saviano e di alcuni membri del mondo ecclesiastico.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here