Abbiamo intervistato Marco Boscaro, scrittore che deve il suo successo alla stesura del libro dedicato alle testimonianze del terribile tornado che colpì la Riviera del Brenta. Oggi Marco si è cimentato nella traduzione in lingua veneta del libro: le avventure di pinocchio.

Il lavoro del traduttore

Marco ci spiega la difficoltà del lavoro di traduzione dovuto alla complessità della lingua veneta. Quest’ultima infatti è caratterizzata da peculiarità come accenti e segni grafici che la contraddistinguono. Un esempio ci è offerto dal titolo del libro nel quale possiamo osservare la parola L (Le avventure di Pinocchio) tagliata da un trattino che indica una pronuncia tipica della lingua veneta. Quest’ultima cambia a seconda delle varie zone e infatti Marco precisa che la lingua del libro è quella che fa riferimento alle località comprese tra Dolo e Vigonovo.

Utilità sociale del libro

Il libro ha avuto successo soprattutto tra i veneti e in particolare ha attirato l’interesse del professore Zagolin, insegnante della scuola secondaria di primo grado di Campagna Lupia. Il professore ha infatti deciso di far rientrare Le avventure di Pinocchio tra i libri di testo per l’anno scolastico 2019/2020. Inoltre nell’arco dell’anno provvederà a realizzare una recita tratta dal libro che verrà messa in scena alla fine dell’anno. Un’altra iniziativa interessante sono le messe in scena del libro per i bambini del pronto soccorso di dolo e per i bambini malati di Vicenza.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here