Articoli di Economia e società

Pontili danneggiati all’acqua alta: proseguono i lavori di manutenzione

Interventi a Burano, San Zaccaria, San Tomà e Rialto. Poi si procederà con Murano Faro e Arsenale

Dopo il progressivo ripristino di tutti i pontili danneggiati e resi inutilizzabili dall’acqua alta eccezionale del 12 novembre 2019, con oltre 21 interventi a partire dall’alba del 13 novembre, è ora il momento di intervenire sugli impianti che hanno registrato i maggiori impatti e che necessitano di lavori che proseguiranno per alcune settimane.

Pontili danneggiati

Si tratta di Burano, i cui tre approdi saranno oggetto di intervento alternativamente in modo da garantire la piena accessibilità dell’Isola. San Zaccaria con il nuovo provvisorio nei pressi del Ponte della Paglia. San Tomà e Rialto A e B a cui seguiranno Murano Faro e Arsenale, completando così il quadro delle attività.

In particolare le lavorazioni su Burano, San Tomà e Rialto – stante la strategicità degli impianti per la vita quotidiana della cittadinanza – sono stati programmati, di concerto con l’Amministrazione comunale, in modo da comprimere al massimo i tempi di ripristino e mantenere al contempo un servizio di trasporto pubblico capillare e soddisfacente per la clientela, con un investimento complessivo – in parte coperto da fondi commissariali e in parte da risorse proprie del Gruppo AVM – di poco inferiore ai 900 mila euro.

Nello specifico di San Tomà, il primo a partire in ordine temporale, sono state messe in campo numerose integrazioni per favorire il collegamento tra le due sponde del Canal Grande e tra le varie zone della Città, nonché ridurre al minimo i disagi alla clientela.

Dalle ore 9 di lunedì 2 marzo e fino a venerdì 10 aprile 2020 o comunque a completamento dei lavori, verranno sospesi i pontili danneggiati di San Tomà A e B per lavori di manutenzione straordinaria. Verranno quindi apportate le seguenti modifiche ai servizi.

Lavori di manutenzione

  • linea 2 – effettuerà fermata straordinaria a Sant’Angelo in entrambe le direzioni.
  • linea 2/ – in direzione San Marco effettuerà fermata straordinaria a Sant’Angelo.
  • linea N – effettuerà fermata straordinaria a San Silvestro, Sant’Angelo e Ca’ Rezzonico in entrambe le direzioni e non effettuerà fermata a San Samuele
    Le corse in partenza da P.le Roma alle ore 00:29, 01:09, 02:09 e 03:09 (da orario limitate a Rialto) proseguiranno fino a Sant’Angelo, da dove ripartiranno per Rialto – P.le Roma alle ore 00:50, 01:30, 02:30 e 03:30. Le corse indicate non effettueranno fermata a San Silvestro.
  • linea Alilaguna Arancio – ometterà la fermata Sant’Angelo.
  • Da mercoledì 4 marzo 2020 verrà istituito un servizio navetta con motoscafo ad agente unico (portata massima 40 passeggeri) tra San Tomà e Sant’Angelo dalle ore 5 alle ore 00:15 circa al fine di consentire l’interscambio con le linee 1, 2 e 2/.

In meno di 10 minuti a piedi è comunque possibile raggiungere anche i due vicini approdi di San Silvestro e Ca’ Rezzonico.

Apposita comunicazione è stata predisposta e installata sia nella zona di San Tomà sia negli altri impianti interessati alle modifiche.

“Inizia l’ultima fase dei lavori di ripristino dopo l’evento eccezionale del 12 novembre – commenta l’assessore alla Mobilità e Trasporti del Comune di Venezia. – Quotidianamente lavoriamo per garantire ai cittadini servizi e strutture migliori. Investiamo ingenti risorse, anche economiche, sul territorio a favore delle filiere produttive locali che hanno sviluppato negli anni un elevato know how professionale relativamente alle lavorazioni in laguna. Puntiamo ad avere tutto pronto entro Pasqua e di questo sforzo ringrazio tutti i tecnici di AVM e dell’Amministrazione Pubblica e le categorie economiche che hanno compreso la situazione e che, con spirito positivo verso la Città, si sono messi a disposizione per il bene comune”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close