Radio Venezia Musica

Laura Pausini: da Sanremo al successo internazionale

Laura Pausini candidata con il brano "Io sì" agli Oscar 2021. Il commento della Pausini: "Onorata, ancora non ci credo".

Laura Pausini: “Sono onorata per il successo che ha avuto la canzone, ancora sono incredula per la vincita del Golden Globe“.

Le parole di Laura Pausini

“Tutto quello che è successo non è mai stato ‘costruito’, non ho fatto niente, ho solo cantato una canzone. Anche quando ho vinto il Grammy non ho mai sfruttato il momento”. Laura Pausini, durante una conferenza stampa per la nomination all’Oscar, non è riuscita a trattenere l’emozione. Una spontaneità che la caratterizza da sempre, come sa chi ha avuto minimamente a che fare con lei, e come sottolinea spiegando come ancora debba giustificare il suo successo quando è nel suo Paese.

“All’estero ho meno paura perché, qui sento un’enorme responsabilità, devo sempre spiegare il perché di questo successo, anche a me stessa, ovviamente. In Italia ho paura, quando sono all’estero non ce l’ho, lì mi dicono che mi ammirano, in Italia me lo dicono solo i miei fan”.

La scala verso il successo mondiale

Partita dal pianobar, Laura Pausini è arrivata alla vittoria del Golden Globe e alla nomination come Best original song agli Oscar con la canzone “Io sì/Seen” scritta con Niccolò Agliardi e Diane Warren, colonna sonora del film

“La vita davanti a sé”. Un successo planetario che negli anni l’ha vista protagonista anche ben al di fuori dei confini nazionali.

“Quando esco con un album, voglio presentarlo, chi ha comprato i miei album, tipo quando ne vendetti 900 mila in Francia, deve saperlo che ne è uscito uno nuovo. È giusto che l’album sia per me, ma visto che sono diventata una storia per qualcuno voglio andare là e dirlo. A volte dicevano che muoversi con un manager, un ufficio stampa e il manager costava troppo, allora mi sono data regole stringenti, tagliando le persone in trasferta. Ma io non ho paura, so cosa significa darsi da fare, mi rimbocco le maniche”.

Il primo Golden Globe

Nonostante il successo, la Pausini sa bene quanto abbia lavorato per arrivare a questo punto. “Io non so cosa ha di particolare la mia vita, da quando ho vinto Sanremo mi chiedo perché proprio io. Allo stesso tempo però so che da quel giorno dentro di me è nato desiderio di non accontentarmi. Devo essere disciplinata, impegnata, cercando di fare il meglio, a volte sbagliando. L’emozione per il Golden Globe è stata inspiegabile. È una sfida continua con me stessa, è un dovere verso la mia vita quello di non arrendermi”.

Con Sanremo è nato tutto

Oltre al lavoro col padre, Sanremo resta la tappa principale della sua carriera e della sua vita. Come ha spesso rilasciato nelle interviste, ogni tanto teme di affrontare tutto per paura di non essere all’altezza. In cuor suo sa di essere ancora quella ragazzina che debuttò a Sanremo, ma ora attorno ha molto di più.
Il nuovo album e la probabile conduzione di Sanremo 2022

In passato le hanno chiesto di presentarlo. Per il 2022 non si candida, però, anzi spiega di voler pubblicare un album, ma che se in futuro dovesse accettare, lo farà con Paola Cortellesi e solamente da conduttrice. “Sinceramente non lo so. Finora non ho accettato perché non mi sento in grado di reggerla, e se un giorno dovesse succedere non farei la direzione artistica perché sono plagiabile. Ho i miei preferiti e non sono in grado di fare un cast come si deve, metterei solo i miei amici. Al momento non si sento pronta.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button