laura
Laura Pausini e Biagio Antonacci duettano in “Il coraggio di andare”, in attesa di esibirsi insieme negli stadi?

Nuovo singolo per Laura Pausini, insieme a Biagio Antonacci; l’edizione speciale del primo album di Vasco Rossi e il video di “Chiaro di luna” di Jovanotti.

Laura Pausini ha pubblicato oggi, dopo averlo diffuso ieri nelle radio, “Il coraggio di andare”, il singolo realizzato in collaborazione con l’amico Biagio Antonacci, che potete ascoltare QUI. Un brano che veicola un messaggio molto forte: ripartiamo da zero, affrontiamo paure e difficoltà, senza permettere a nessuno di “rubarci il futuro”.

Il duetto potrebbe essere il preludio di una collaborazione Pausini-Antonacci: secondo un’indiscrezione riportata (QUI) dal Corsera, sarebbero in procinto di organizzare un tour congiunto negli stadi durante l’estate 2019, anticipato da una ospitata al Festival di Sanremo. Intanto è stato inserito nell’edizione speciale dell’album di Laura “Fatti sentire”, intitolata “Fatti sentire ancora”, disponibile dal 7 dicembre.

E lo stesso giorno, se il portafogli lo permette, potrete acquistare anche QUESTA edizione speciale, che celebra i 40 anni dell’uscita di “…Ma cosa vuoi che sia una canzone…”, il primo disco di Vasco Rossi: un 33 giri, un 45 giri (“La nostra relazione” / “E poi mi parli di una vita insieme”), un CD, una musicassetta, un libro di 112 pagine con contenuti esclusivi e perfino una matita personalizzata.

Jovanotti, invece, presenta oggi il video di “Chiaro di luna”, lanciata come singolo nei giorni scorsi: realizzato dagli YouNuts (con cui aveva collaborato per Sabato) è stato girato ad Asmara, la capitale dell’Eritrea, dove il nonno di Lorenzo ha fatto il camionista quando il Paese era una colonia italiana. 

«Ho sentito che quello era il posto giusto per questa canzone e non c’era nessuna alternativa che mi convinceva allo stesso modo», ha spiegato Jovanotti, aggiungendo che voleva raccontare l’Africa senza i consueti stereotipi, perché «non esiste luogo al mondo più complesso e più legato al nostro destino, e gli stereotipi e le generalizzazioni fanno sempre solo male». 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here