Servizi Economia e società

Laura Besio: addio cedole per i testi scolastici

Da settembre il processo di ritiro dei testi scolastici delle primarie verrà digitalizzato

La macchina comunale veneziana attinge a piene mani al digitale, dopo la sicurezza gestita dalla control room e una rete di telecamere, dopo la piattaforma per le prenotazioni delle visite dei turisti. arriva il portale che segnala alle librerie gli alunni che possono ritirare gratuitamente i testi scolastici e mette in soffitta la vecchi cedola. Un sistema che farà risparmiare al comune 40 giorni di lavoro e molte ore anche ai genitori. Laura Besio, Assessore alle politiche educative del Comune di Venezia, illustra la novità

Laura Besio, Assessore alle politiche educative del Comune di Venezia

“Qual è la fotografia attuale? La faccio in modo che vi rendiate conto di quanto laborioso sia il procedimento oggi. Oggi, il Comune di Venezia ad inizio anno scolastico stampa cedole in un numero pari agli studenti. Quindi oltre 10mila. Le consegna alle scuole, le quali le consegnano alle famiglie, le quali le consegnano a cartolibrerie nel momento in cui ritirano i testi scolastici. A questo punto, le scuole e le cartolibrerie, consegnano nuovamente al comune le rispettive cedole. Una volta effettuato il riscontro necessario, provvede alla liquidazione. Capirete che è qualcosa di davvero molto lungo”.

“Da settembre finalmente possiamo dire addio alla cedola cartacea. Abbiamo individuato, valutato e attivato il software più rispondente alle necessità della città e finalmente sarà tutto molto  più semplice. Le famiglie semplicemente si recheranno nelle cartolibrerie e, mostrando il codice fiscale del figlio, potranno ritirare i propri testi scolastici. Sul fronte comune, scuole e cartolibrerie sarà attivata una piattaforma che consentirà in maniera molto più veloce di condividere l’informazione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button