Servizi Cronaca

Jesolo, record di turisti ma si chiude un mese prima

L'arrivo dei vacanzieri quest'anno ha superato ogni previsione. Lo ammette in questa intervista il presidente degli albergatori jesolani Pierfrancesco Contarini che però racconta anche il dramma che stanno vivendo gli imprenditori che dovranno licenziare gli stagionali un mese prima

A Jesolo i dati sono molto molto favorevoli, 7% più rispetto al 2019. Sicuramente una stagione da incorniciare con punte del 80% durante tutto il periodo che poi nel weekend raggiungono il 100% di occupazione della località. E’ stata una stagione strepitosa che sicuramente ricorderemo. GUARDA ANCHE: Il caro bollette stoppa la stagione in anticipo

Le parole di Pierfrancesco Contarini, presidente Aja

Gran ritorno del turista di lingua tedesca a Jesolo ma c’è anche 11% del turista dell’est, gli investimenti fatti nel recente passato stanno funzionando. “Indubbiamente i paesi dell’est sono in forte ripresa. Abbiamo l’11% di paesi tipo Polonia, Repubblica Ceca, Slovacchia, Ungheria. Questi paesi sti stanno ri-avvicinando al nostro mercato con particolare interesse. I mercati tradizionale (Tedeschi, Svizzeri, Austriaci) hanno retto e ci stanno dando più di una soddisfazione.”

Emergenza Caro Bollette

Il presidente però non riesce a essere tranquillo fino infondo, il caro bollette da una preoccupazione sta diventando un emergenza. “si indubbiamente una vera e propria emergenza che ci pone di fronte a dei problemi che dovremo valutare con molta attenzione. Un incremento energetico che varia sull’ordine del 300/350% e del gas di 450/500% con tutti poi gli aumenti correlati, alimentari, lavanderia. Questo ci preoccupa in maniera particolare e non sappiamo come comportarci. La stagione è stata eccezionale ma da entrambe le parti: ricavi cresciuti ma costi cresciuti in maniera esponenziale.”

Destagionalizzazione difficile a Jesolo

Questo rischia di mandare in frantumi tutto il lavoro che avete fatto negli ultimi anni per il cosiddetto allungamento da stagione o anche destagionalizzazione.

“riguardo all’allungamento di stagione c’è da fare una forte riflessione guardando quelli che sono i costi. Sappiamo che in Settembre e Ottobre la movimentazione sulla località è legata ai grandi eventi, concerti e attività sportive, ma questi non hanno certo le tariffe della normalità, sono scontate. Questo determina una forte preoccupazione sui risultati finali. Parlare di destagionalizzazione con queste situazioni ci pone grandi problemi. i prezzi fatti un anno fa non vengono ritoccati. Parlare alle agenzie di ritoccare i prezzi già stabiliti un anno fa è quasi impossibile, quindi o chiudiamo o ci saranno delle perdite gravose.”

La richiesta al governo contro il caro bollette

Ogni emergenza richiede un intervento altrettanto emergente, cosa chiede al governo? “Stiamo colloquiando sia con il sistema federale regionale sia con il governo, chiediamo un aumento del credito d’imposta su questi aumenti. Chiediamo di ri analizzare gli extraprofitti sul gettito iva. Chiediamo aiuti che possono essere equiparati a quelli dati nel periodo covid. Si parla davvero della sopravvivenza delle singole imprese ma quindi anche delle località nel suo insieme.”

Il rischio per i lavoratori di Jesolo

Senza dimenticare che il rischio di impresa significa anche rischio per i lavoratori. Jesolo con 370 alberghi garantisce lavoro a oltre 6000 dipendenti.

“Questo sicuramente, se pensiamo che taglieremo con probabilità almeno un mese a tutti i nostri dipendenti, quelli che chiuderanno. Questo porrà dal punto di vista sociale un doppio problema. sia dal punto imprenditoriale che sociale questo ci preoccupa perchè dovremo valutare per il prossimo anno tutto il discorso delle assunzioni e in che periodo effettuare il taglio assunzioni.”

Leggi anche: Luci spente contro caro bollette a Jesolo e San Donà

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Disattiva AdBlock per sostenerci

Televenezia ogni giorno mette a disposizione informazioni e contenuti gratuiti. La libertà d'informazione deve essere sostenuta e Televenezia lo fa anche grazie ai banner pubblicitari. Sostienici e disattiva AdBlock