Articoli di Economia e società

Coronavirus, i provvedimenti per la città di Jesolo

Il Comune di Jesolo ha recepito l’ordinanza emessa dal Ministero della Salute di intesa con la presidenza della Regione Veneto. Stabilita la chiusura di alcuni luoghi di aggregazione, degli impianti sportivi pubblici e il rinvio di eventi e manifestazioni in programma fino al 1 marzo.

L’amministrazione comunale di Jesolo ha recepito le misure contenute nell’ordinanza ministeriale e della Regione Veneto emessa nella giornata di ieri allo scopo di contenere la diffusione del coronavirus. Sulla base del provvedimento, fino al prossimo 1 marzo anche nel territorio comunale di Jesolo saranno in vigore limitazioni in linea con quanto previsto dagli enti sovracomunali.

Attività pubbliche

Per quanto concerne le attività pubbliche, l’amministrazione ha già disposto la chiusura della Biblioteca civica, della piscina comunale, del Centro Diurno S. Pertini e del Centro giovani B.Y.C. nonché di tutte le palestre e impianti sportivi pubblici. Come previsto dall’ordinanza resteranno chiuse le scuole di ogni ordine e grado. Sospeso il mercato settimanale e rinviate tutte le cerimonie commemorative, le iniziative e gli eventi, culturali, sportivi e turistici in programma in tutti i luoghi pubblici sia all’aperto che al chiuso. Il concerto di Antonello Venditti previsto al PalaInvent il 29 febbraio è stato rinviato al 20 marzo, e l’appuntamento di Brunori Sas del 3 marzo è stato invece posticipato all’8 aprile. La sfilata dei carri in calendario per il 1 marzo è stata rinviata al 15 marzo.

Coronavirus

“L’amministrazione ha adottato quanto previsto dal ministero e dalla Regione Veneto recependo misure di buon senso alle quali va dato il giusto peso. Non c’è alcun motivo di allarmismo e tutti i cittadini devono continuare a vivere le giornate come sempre fatto – dichiara il sindaco della città di Jesolo, Valerio Zoggia -. L’incontro avuto ieri assieme a tutti i sindaci del Veneto Orientale con l’Azienda Ulss4 ci ha permesso di avere delle indicazioni importanti, assicurando che ad ora non esistono casi di coronavirus nel territorio di competenza dell’azienda sanitaria. Avremo un ulteriore incontro di aggiornamento nel pomeriggio di oggi per fare il punto della situazione, ma voglio invitare tutti i concittadini alla tranquillità e alla calma, a seguire le indicazioni fornite dal ministero della salute che rappresentano delle buone pratiche per tutelarsi e a seguire le informazioni diffuse da fonti ufficiali e attendibili. Come già detto, le cose vanno viste con il giusto peso, senza sottovalutare ma allo stesso tempo senza farsi prendere da allarmismi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
X