Home Notizie Articoli di Economia e società Berlino: Jesolo presenta all’Europa il suo progetto enogastronomico

Berlino: Jesolo presenta all’Europa il suo progetto enogastronomico

“Eat Jesolo”, è l’importante progetto che mette assieme le eccellenze enogastronomiche del territorio. L’iniziativa contribuirà all’allungamento della stagione

Dallo spritz veneziano, accompagnato da baccalà mantecato e sarde in saor, ai zaeti con Dindarello passito, passando attraverso risotto al radicchio di Treviso, bigoli in salsa, bisato all’ara e verticale di formaggio Asiago, con Prosecco, Incrocio Manzoni, Merlot e per finire con grappa Nardini.

Il progetto

“Eat Jesolo”, l’importante progetto che mette assieme le eccellenze enogastronomiche del territorio, si è presentata così, con i suoi prodotti e le sue eccellenze, ai trenta operatori turistici di tutta la Germania (Tour Operators, giornalisti e food blogger) intervenuti all’incontro che si è tenuto nelle sale del prestigioso ristorante italiano Malatesta di Berlino, organizzato da Confcommercio San Donà-Jesolo, con la collaborazione del comune di Jesolo e gestito da Vision and Mission Consulting e Next Italia.

In Germania gli chef della rete di imprese “Jesolo Chefs” hanno deliziato gli ospiti, che hanno potuto così fare (grazie a un QrCode presentato per la prima volta sul menu della serata berlinese) con un semplice click sul proprio smartphone un viaggio nella storia dei piatti e in quella dei prestigiosi produttori coinvolti e nello splendido Veneto, la Land of Venice dei tanti record, sia nel turismo che nell’enogastronomia.

Molte le proposte turistiche presentate agli operatori tedeschi, che consentiranno ai futuri turisti di vivere esperienze coinvolgenti nel territorio costiero, ma anche nell’entroterra alla scoperta di nuovi paesaggi, di luoghi di produzione agroalimentare, di memorie storiche e artistiche, di relazioni con le persone del posto.

Jesolo Chefs

Jesolo Chefs riunisce per la prima volta alcuni tra i più prestigiosi ristoranti e alberghi-ristoranti jesolani per sviluppare una nuova anima del turismo a fianco del grande turismo balneare, riscoprendo patti della tradizione che in casa non si fanno quasi più e sempre meno si trovano “fuori casa”. “Si tratta di una cucina antica – ha spiegato lo chef – patron Renato Manfrè, del ristorante Laguna che, insieme al collega Omar del ristorante “da Omar”, ha deliziato gli ospiti – che vogliamo riproporre grazie allo straordinario patrimonio agroalimentare della nostra laguna ma del veneto in generale”.

“Un percorso che ha radici lontane – ha aggiunto Edi Sommariva, project manager Confcommercio del progetto – ma che guarda al futuro anche grazie ai racconti che stiamo costruendo sui vari piatti e che hanno entusiasmato anche i nostri ospiti tedeschi che, grazie ai video che hanno accompagnato la cena e al QrCode nel menu della serata, hanno potuto entrare profondamente nel nostro territorio, nelle nostre tradizioni, nel nostro stile di vita sentendosi parte di noi almeno per una sera”.

Gli ha fatto eco il professor Luigi Reitani, direttore dell’istituto italiano di Berlino presente alla cena in rappresentanza dell’Ambasciata italiana, sostenendo che “il cibo è cultura, lo è naturalmente perché è espressione dell’uomo che trasforma la natura in valore. Il cibo è valore in Italia in modo particolare, è un valore rituale, è un modo di stare insieme, è socialità ed è anche qualcosa di elitario che distingue a caratterizza un modo di vita”.

“Siamo molto soddisfatti di questa iniziativa che come Confcommercio abbiamo contribuito a far nascere – ha evidenziato Angelo Faloppa, presidente di Confcommercio San Donà-Jesolo – perchè vedere grandi chef che si mettono insieme e che con forte entusiasmo si scambiano informazioni e consigli sui prodotti del territorio, su come utilizzarli, sia la strada giusta quella di fare squadra per valorizzare il grande patrimonio di prodotti, di valori, di esperienza che il nostro territorio può offrire all’ospite. Mi sembra anche un modo intelligente per combattere la concorrenza che nel turismo si fa sempre più forte”.

“Questa di Eat Jesolo, che la neonata rete di imprese Jesolo Chefs ha costruito, è una progettualità molto importante per la nostra città – ha concluso Flavia Pastò, assessore al turismo della città di Jesolo – perchè ci siamo tutti resi conto che il turismo balneare non basta più, dobbiamo offrire ai nostri ospiti sempre nuove motivazioni ed esperienze per orientare le loro scelte.

Quella enogastronomica, che abbiamo presentato a Berlino, coinvolge non solo la nostra città e l’intera costa della Venezia Orientale in realtà abbraccia tutto il Veneto, la Land of Venice appunto, e abbiamo capito che iniziative come queste non solo sviluppano legami più stretti tra di noi, imprese e istituzioni, ma soprattutto legano ancora di più gli ospiti turisti alla nostra terra”.

Il progetto Eat Jesolo, voluto da Confcommercio, è sostenuto dalla regione Veneto, patrocinato dal comune di Jesolo e supportato dal Gruppo Intesa San Paolo. Nei prossimi giorni verranno presentate le nuove iniziative di Eat Jesolo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here