Articoli di Cronaca

Jesolo, “cattiva movida”: firmata dal sindaco Zoggia ordinanza anti-alcol

Il provvedimento emanato dall’amministrazione sarà valido sul Lido di Jesolo tutti i sabato e recepisce indicazioni espresse della Prefettura di Venezia, per contrastare l’abuso di alcol da parte dei giovani e tutelare cittadini e ospiti dal rischio di episodi di “cattiva movida”.

Il provvedimento emesso dal Comune di Jesolo si muove sulla stessa linea di quello varato negli ultimi anni per bloccare il fenomeno della “cattiva movida” e del divertimento eccessivo tra i giovani e promuovere al contrario un atteggiamento responsabile nel consumo di sostanze alcoliche. Il testo elaborato dall’amministrazione recepisce indicazioni espresse dalla Prefettura di Venezia in occasione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica dello scorso 22 giugno. Jesolo, Ascom: è frattura con il Comune su piazza Mazzini

L’ordinanza

L’ordinanza siglata dal primo cittadino di Jesolo varrà tutti i sabato notte, a partire dal prossimo 27 giugno e fino al 12 settembre e coinvolgerà il Lido di Jesolo, arenile compreso e avrà efficacia dalle ore 20.00 del sabato e fino alle 6.00 del giorno successivo.

In questo periodo e nelle fasce orarie indicate sarà vietata la detenzione, il consumo e la vendita per asporto di bevande alcoliche di qualunque gradazione in contenitori di vetro e in lattine effettuata anche attraverso distributori automatici.

Sempre per lo stesso periodo e nelle aree del territorio indicato, sarà vietato il consumo, la vendita e somministrazione di bevande alcoliche a partire dalle ore 01.00 di domenica (sabato notte) fino alle ore 06.00 del giorno successivo anche all’interno dei pubblici esercizi autorizzati e nelle aree di pertinenza degli stessi locali. Per quegli esercizi e i relativi plateatici i cui gestori si avvalgano di un adeguato servizio di steward il divieto è posticipato dalle ore 03.00.

Le limitazioni si applicheranno anche per il ponte di ferragosto a partire dalle ore 20.00 del 13 agosto e fino alle ore 6.00 del 20 agosto, sempre dalle ore 20.00 alle 06.00 del giorno successivo. La violazione di quanto stabilito dal provvedimento comporterà una sanzione di 400 euro.

Il commento del sindaco di Jesolo

“Ci troviamo a riproporre un provvedimento che avevamo adottato nel corso della stagione estiva 2019 e che speravamo di poter evitare. Purtroppo quanto accaduto nei giorni scorsi e gli incontri avuti con i rappresentanti delle Forze dell’ordine hanno reso necessaria questa presa di posizione – commenta il sindaco di Jesolo, Valerio Zoggia -. Spiace che per colpa di qualche giovane sopra le righe che ha scelto lo sballo e il divertimento eccessivo con tutte le sue conseguenze, debba rimetterci anche quella parte di giovani che a Jesolo cercano solo di passare qualche momento piacevole e in compagnia. Auspico che tra quella quota minoritaria di giovani che pensano di poter fare ciò che vogliono, cominci a maturare un maggiore senso di responsabilità, verso sé stessi e verso gli altri. Jesolo ha sempre tenuto le porte aperte ma non ha spazio per chi intende considerarsi al di sopra delle regole”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button