Servizi Cronaca

Jesolo, come accedere alla spiaggia per la tintarella

Il sindaco di Jesolo Valerio Zoggia ci spiega quali sono le nuove modalità per prendere il sole, saranno inoltre rafforzati i controlli.

L’estate 2020 è contrassegnata dalla post emergenza Coronavirus, per questo bisogna garantire a tutti i costi la sicurezza degli ospiti garantendo il distanziamento personale. Per questo gli ombrelloni e lettini sono distanziati anche sopra le distanze dettate dal governo, inoltre non si potrà più abbronzarsi sui pontili, la società partecipata del comune, “Jesolo Patrimonio” sta già provvedendo a chiuderli.

Spiaggia libera di Jesolo

Le aree libere dove si potrà distendersi con il proprio asciugamano, sdraio e ombrellone portato da casa, fino al 20 giugno sono quattro: davanti piazza Brescia, davanti la Croce Rossa, al Faro e a Cortellazzo. Dal 20 giugno le aree libere saranno solo due, ovvero quelle situate alla foce del Piave e del Sile (Cortellazzo e Faro) dove ogni persona dovrà avere il buonsenso di rispettare il distanziamento personale.

L’applicazione

Da sabato 13 giugno è inoltre attiva l’App “J Beach” che sarà indispensabile scaricare nel proprio smart phone per accedere alla spiaggia e garantirsi così il posto. Per la classica passeggiata sul lungomare non occorrerà prenotare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button