Articoli di Economia e società

Jesolo, città inclusiva. Parola di Annalisa Minetti

Jesolo incontra Annalisa Minetti in occasione dei Campionati Italiani Paralimpici Assoluti 2020

“Sono una semplice turista che ama Jesolo profondamente, e desidero che venga conosciuta dal mondo intero, perché è piena di ricchezze” – così Annalisa Minetti, atleta, cantante e scrittrice ipovedente, si è raccontata durante il suo soggiorno a Jesolo alcuni giorni fa in occasione dei Campionati Italiani Paralimpici Assoluti 2020. Annalisa ha parlato prima di tutto della voglia di ricominciare con lo sport e gli eventi, dopo il lungo periodo in cui siamo rimasti tutti fermi. Ma soprattutto ha raccontato del suo legame con Jesolo, paese in cui viene fin da bambina e in cui ha da sempre “l’istinto di correre per le spiagge”, che definisce “pulite, ordinate, con una grande organizzazione”.

Si tratta di un riconoscimento prestigioso e significativo per la City Beach, che da anni si impegna con progetti e iniziative volte a rendere accessibile a tutti i propri spazi e servizi.

Bandiera Blu

A cominciare da uno degli elementi di maggior richiamo per i visitatori di Jesolo, cioè la meravigliosa spiaggia dorata, caratterizzata da un mare pulito e certificato con la Bandiera Blu: i 12 chilometri di lungomare sono infatti interamente accessibili e percorribili anche con sedia a rotelle. Un impegno che coinvolge tutti i membri della comunità jesolana, a partire dagli operatori locali che si sono organizzati per offrire al turista con bisogni speciali strutture pavimentate, ausili per raggiungere il mare e docce e servizi accessibili in ogni stabilimento.

A Jesolo tutto è vacanza, per tutti

Un ulteriore riconoscimento di questo è l’attestato di Bandiera Verde che i pediatri italiani utilizzano per indicare e suggerire le spiagge più adatte alle famiglie. Grazie ad un fondale basso particolarmente esteso, alla presenza di giochi e servizi per la sicurezza e l’intrattenimento, Jesolo è un posto adatto a tutte le fasce d’età.

Annalisa Minetti ha concluso dicendo: “Il fatto che siate tra le città che più spesso propongono l’attività paralimpica sul territorio, dimostra dal mio punto di vista come sappiate esporre il concetto di diversità come ricchezza e non come limite. Qui si può parlare di integrazione, di inclusione, di famiglia, di divertimento di passione, di energia: questa è Jesolo!”.

Un Commento

  1. Ha ragione Annalisa, Jessolo e un fantastico gioiello, c’è tutto per una bella vacanza, persino con i nostri cani! E bella per adulti e per bambini, per rilassarsi o divertirsi, tenuta magnificamente, e attenta anche a quelli diversamente abili. Sono una cubana innamorata da Jessolo da 25 anni quando l’ho visitata per la prima volta! Bravi per i veneti! Saluti a voi e ad Annalisa!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button