Radio Venezia Musica

J-Ax restituisce i soldi del concerto annullato

Dopo vari rinvii J-Ax ha deciso di cancellare, almeno per adesso, il concerto che doveva tenere al Mediolanum Forum il prossimo 20 giugno

A seguito delle recenti disposizioni del Governo è impossibile che si possa tenere il concerto prefissato e J-Ax ha anche chiarito che restituirà i soldi dei biglietti.

Concerto annullato

Dopo vari rinvii J-Ax ha deciso di cancellare definitivamente, almeno per adesso, il concerto che avrebbe dovuto tenere al Mediolanum Forum di Assago che era previsto il prossimo 20 giugno.

Ovviamente, a seguito delle recenti disposizioni del Governo è impossibile che si possa tenere: “Data la persistente situazione epidemiologica legata al COVID-19 e il perdurare dello stato di emergenza, siamo spiacenti di comunicare che il concerto di J-Ax previsto per domenica 20 giugno al Mediolanum Forum di Assago è cancellato” come si legge nella nota stampa.

Anche J-Ax, insomma, deve fare i conti con l’impossibilità di fare concerti grandi e a differenza di altri colleghi ha scelto di evitare strade alternative. Si cancella e se ne riparla quando sarà possibile.

J-Ax restituirà i soldi dei biglietti

Il cantante ha voluto inviare un messaggio ai propri fan per spiegare il perché della decisione e per fare chiarezza sul rimborso totale dei biglietti: “Vi avevo promesso un grande concerto al Forum. Un live in cui ci saremmo potuti abbracciare e divertire. Questo, però, in sicurezza. Ed è questo il motivo che ha portato il concerto a essere, purtroppo, rimandato tre volte. Vi avevo promesso anche vi avrei restituito i soldi, piuttosto che trattenerli per date che NESSUNO IN ITALIA vi può assicurare, oggi, che saranno con certezza rispettate. E quando dico “restituito” intendo che i soldi vi torneranno nei vostri conti, non ci saranno coupon o robe simili tirate su per evitare di ridare indietro il denaro”.

La decisione per tutelare la salute dei fan

J-Ax fa riferimento alla situazione economica attuale, e a quanto anche il costo di un biglietto possa essere importante per una famiglia: “Non credo sia corretto per la situazione che ancora tanti, in Italia, stanno vivendo. Credo che anche il prezzo di un biglietto oggi faccia comodo a una famiglia e che se uno ha pagato per vedere me in concerto è giusto che veda me, e non ciò che viene deciso o imposto da una società terza. Mi dispiace di essere arrivato a questo punto, ma non mi piace rischiare la vita degli altri e nemmeno prendere per il culo nessuno. Quando potremo rivederci in concerto, però, vi prometto che sarà lo spettacolo più bello della vostra vita. Preparatevi, perché sto arrivando con tanta nuova musica musica”.

Nei giorni scorsi il cantante aveva anche parlato del Covid, di come se ne fosse ammalato assieme a tutta la famiglia, criticando il Governo per la gestione del post emergenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button