Articoli di Cronaca

Investe un ciclista e scappa: denunciato un giovane di Mirano

Il Comando Compagnia Carabinieri di Mestre continua ad effettuare incessanti servizi straordinari nel fine settimana. I Carabinieri della Stazione di Mirano

Il Comando Compagnia Carabinieri di Mestre continua ad effettuare incessanti servizi straordinari nel fine settimana. I Carabinieri della Stazione di Mirano hanno denunciato un giovane responsabile di una condotta, pur giustificata dal timore di gravi ripercussioni in famiglia, che rimane grave ed ingiustificata dopo aver investito un ciclista.

Investito un ciclista

Il ragazzo, alla guida dell’auto della madre, provoca un incidente stradale urtando un ciclista e facendolo capitolare a terra. Invece di fermarsi e prestare i primi soccorsi o almeno sincerarsi sulle sue condizioni, scappa e rientra a casa. Qui però viene raggiunto dai Carabinieri nel frattempo intervenuti, che lo mettono di fronte alle proprie responsabilità e non posso fare altro che segnalarlo per i gravi reati. Fuga ed Omissione di soccorso dopo aver provocato un incidente.

Furti

Due sono invece i denunciati per i reati di furto, rispettivamente a Marcon e a Mirano. Il primo, pensionato e solito frequentare la saletta Slot Machine del bar in piazza, approfittava della distrazione della titolare cinese che invece riponeva in lui la massima fiducia tanto da lasciarlo momentaneamente da solo in sala.

La seconda denuncia nasce invece da un classico tentativo di “taccheggio” presso un frequentatissimo negozio di via Cavin di Sala a Mirano, dove i Carabinieri bloccavano una donna che cercava di varcare le casse senza pagare una preziosa borsetta.Una donna straniera irregolare sul territorio comunale è stata individuata e denunciata a Mestre.

Fuori dalla discoteca

Importante e significativo l’intervento svolto in particolare dai Carabinieri di Noale presso la nota discoteca “Night & Day” di via De Pol, che già in passato era stata oggetto di polemiche per le condotte “sopra le righe” di alcuni giovani, soccorsi in stato di coma etilico o in grave alterazione da assunzione di sostanze. Quattro dei sei soggetti indicati sono stati fermati poco prima di varcare la soglia del locale noalese, due minorenni avevano delle sigarette di “Maria” già confezionate e pronte al consumo. Un ragazzo neo maggiorenne invece aveva due grammi e mezzo ancora da confezionare o forse da cedere, mentre il quarto accompagnava la sostanza vegetale anche con un dose di cocaina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button