C’è chi non esita a definire terrificante questo inizio di anno scolastico con il 30 % di insegnanti in meno nel veneziano con picchi del 50% riguardo gli insegnanti di sostegno. Non mancano i candidati naturalmente, ma le graduatorie. Così mancano ad esempio nella primaria 150 insegnanti di diritto e altri 160 a tempo determinato ossia 312 solo nel sostengo, in compenso c’è personale di ruolo.

Per gli istituti di scuola superiore invece le graduatorie sono esaurite gli istituti devono interpellare direttamente i docenti . A metterci lo zampino sono stati anche i quota 100, che hanno lasciato scoperte cattedre a cui si aggiunge un aumento di iscrizioni. Il Morin ad esempio assieme allo Stefanini ha registrato un pò di iscrizioni e parte con più di mille ragazzi e 46 classi.

Aumento di iscrizioni

Negli istituti gestiti dal Comune di Venezia, ovvero 28 nidi e 18 scuole dell’infanzia che ospitano bambini tra 0 e 6 anni. Nei nidi ci sono 1.149 bimbi, 30 in più dello scorso anno scolastico mentre nelle materne sono saliti a 1.151. In tutto, 33 in più. Potrebbe sembrare un numero modesto, ma in un momento di calo demografico generalizzato sono «dati incoraggianti», secondo l’assessore Paolo Romor, che rileva un «riscontro importante da parte delle famiglie e un segnale che le scuole di Venezia piacciono e riscuotono gradimento».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here