Home Video Gallery Raccomandata Espresso Incesti con minori e criminalità organizzata in Campania

Incesti con minori e criminalità organizzata in Campania

1542

Campania.In alcune zone la “normalità” sono gli incesti con minori e la militarizzazione da parte della criminalità organizzata.


Sivori parte da un articolo del “Fatto Quotidiano” scritto da Adriano Celentano riguardo agli uomini che massacrano le donne. L’articolo in questione aveva un titolo forte, che paragona questi presunti esseri umani agli escrementi. Questo paragone, però, diventa perfettamente azzeccato quando si legge sui giornali che il Garante dell’Infanzia e dell’Adolescenza della Regione Campania ha scoperto che nella regione gli incesti con minori sono la normalità. Alle Salicelle c’è una ragazza diventata nonna a 26 anni e questo è solo uno dei raccapriccianti casi di abusi intrafamiliari compiuti in interi quartieri dove sono considerati “normalità”. Persone che compiono questi atti non hanno niente di umano. Ma cosa si deve aspettare per avere una seria politica sulla famiglia, specie dove lo Stato è assente? Dov’è la moralità? E lo Stato? A proposito di presenza dello Stato, la Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli ha scoperto che i boss gestivano anche gli alloggi popolari e cacciavano le famiglie indesiderate per li assegnare gli appartamenti a persone vicine all’organizzazione criminale. 300 Carabinieri hanno circondato il quartiere e sono stati 89 gli arresti, mentre 14 persone sono finite ai domiciliari. Questi territori sono già militarizzati, ma non da parte dello Stato, ma della criminalità organizzata.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here