Servizi Cronaca

Incendio alla 3V Sigma di Porto Marghera: due feriti

L'incendio nell'impianto di acetone di Porto Marghera ha fatto tornare la paura in tutta la provincia di Venezia per i rischi legati all'area chimica. Ora la situazione è sotto controllo. Sono in corso le indagini sulle sostanze liberate nell'aria.

Lo scoppio improvviso è avvenuto attorno alle 10.15 e  sarebbe stato causato dall’esplosione di un serbatoio nella ditta di prodotti chimici, la 3V Sigma Spa, nell’impianto dell’acetone. Due operai sono rimasti ustionati: uno è ricoverato a Padova e uno a Verona. Sul posto sono intervenute 8 squadre a terra dei Vigili del fuoco e il nucleo nbcr (Nucleare Biologico Chimico Radiologico). GUARDA IL SERVIZIO: Incendio a Marghera: Bottacin: “Non mangiate frutta e verdura dell’orto”

Incendio alla 3V Sigma

La colonna di fumo ha allarmato Venezia e Mestre e poi in un raggio più vasto viva via che saliva e si rendeva visibile anche in lontananza. A causa del forte vento che ha preceduto la pioggia 9il fumo si è spostato un po’ ovunque nella provincia di Venezia e anche verso Padova e Treviso.

L’invito a rimanere a casa è stato diramato anche in questi due territori. La pioggia ha aiutato comunque le operazioni dei vigili del fuoco di contenimento.

Le cause

L’incendio è stato circoscritto dopo circa tre ore.  Successivamente si procederà ai sopralluoghi per cercare di determinare le cause dell’innesco del rogo. Le operazioni di soccorso dei vigili del fuoco proseguiranno presumibilmente per tutta la giornata di oggi e la notte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button