Fortunato Ortombina vuole che tutti i veneti possano andare al Teatro La Fenice, tempio storico della musica e del canto. L’orchestra sta già girando per le scuole della città

Fortunato Ortombina, direttore artistico e sovrintendente della Fenice, è impegnato nel portare l’orchestra in giro per la città. L’indirizzo principale che si è fissato è quello di attrarre sempre di più i veneti in quello che è considerato uno dei teatri più belli al mondo. Il Teatro La Fenice è stato voluto dal capitale veneto dell’epoca, ed è nel cuore di tutti. Nelle ultime due settimane l’orchestra del teatro ha iniziato a girare per le scuole, e l’ACTV ha messo a disposizione un vaporetto per spostarsi fino a Pellestrina.

La Fenice aderisce a Confindustria sia come azienda che come impresa, e ha già un ottimo rapporto con grandi attività della Provincia e della Regione. L’intento è quello di avvicinare sempre di più due contesti produttivi, quello artistico e quello produttivo. Il settore artistico è sempre stato manovrato da grandi manager che aiutavano gli artisti ad avere successo. E avere successo significa confrontarsi con un mercato e una concorrenza, non solo per ricavarne denaro, ma per varcare la soglia del tempo e nello spazio facendo opere che sopravvivano al tempo.

Anche l’organizzazione della Fenice è a impostazione industriale, perché il mercato della musica rientra nel settore delle aziende. Ci si impegna a fare cultura attraverso lo spettacolo. Trovare delle partnership tra il mondo della cultura e quello produttivo significa contribuire e raggiungere lo sviluppo del bene pubblico, rendendo la cultura una cosa per tutti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here