Servizi Cultura e spettacolo

Il Faust come in un film di Fellini al Teatro La Fenice

Nuovo allestimento del Faust di Charles Gounod al Teatro La Fenice si concentra, come in un film di Fellini sul tema dell'eterna giovinezza.

Come in un film di Fellini, l’illusione della giovinezza è velata da un alone di dolce melanconia. Il nuovo allestimento del Faust di Charles Gounod al teatro La Fenice si concentra proprio sul tema dell’eterna giovinezza, come punto focale dell’intera vicenda.

Il commento del regista Joan Anton Rechi

“Viviamo in una società che promuove il culto della giovinezza e della bellezza” – spiega il regista Joan Anton Rechi. E questa pressione si nota negli ambiti più disparati. “La nostra idea nasce da una scena del film “Intervista” di Federico Fellini, nel quale Anita Ekberg e Marcello Mastroianni, già anziani, contemplano con nostalgia le immagini della loro famosa scena alla Fontana di Trevi.”

Il Faust

Ebbene lo spettacolo in scena a Venezia fino il 30 aprile, ha il cinema e l’illusione alla sua base. Il direttore d’orchestra Frederique Chaslin unisce i punti di forza della partitura di Gounod. Il tema in primis c’è il bene contro il male, ma il compositore francese è riuscito a scrivere una sorta di collezione di hit. Un po’ come verdi ha fatto con la Traviata. Non a caso entrambe sono tra le prime 10 opere eseguite al mondo e hanno in comune una serie di melodie che restano impresse nella mente e che sono diventate davvero popolari.

Il fascino di questo grande opera sta soprattutto nelle sue imponenti dimensioni musicali. C’è poi un balletto e il coro che ha un ruolo molto importante. Tutti elementi fondamentali del successo di Faust attraverso i secoli. Nel cast del nuovo allestimento di Faust, figurano Ivan Ayon-Rivas nel ruolo eponimo, Alex Esposimo in quello di Mefistofele e Carmela Remigio in quello di Margherita.

Lo spettacolo

Lo spettacolo va in scena in lingua originale con soprattitoli in italiano e in inglese.

Nel giugno del 2021, ancora in piena pandemia, il Faust di Gounod con il medesimo cast era stato rappresentato alla Fenice utilizzando la platea come spazio scenico. Ora che si è ristabilita la normalità, cantanti, coro, orchestra e pubblico hanno recuperato i luoghi comunemente deputati all’azione teatrale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button