Obiettivo Salute

L’idratazione per gli anziani: l’importanza del bere

L'idratazione con l'avanzare dell'età è importantissima. Il nostro corpo ha sempre più bisogno di acqua con il giungere della terza età

L’idratazione oggi è fondamentale nella nostra vita, sopratutto quando si inizia a invecchiare. Ne parla in questo video il personal trainer e preparatore atletico Alessandro Zanlorenzi.

L’idratazione con l’avanzare dell’età

Purtroppo il nostro stile di vita veloce, il più delle volte, ci fa dimenticare di bere. L’idratazione è importantissima, soprattutto per gli anziani perché con l’avanzare dell’età il nostro corpo ha bisogno sempre più di acqua.

Quindi dovrebbero bere il 40/50% in più dell’acqua che beve una persona giovane. Una persona che mediamente pesa tra i 60/70 kg dovrebbe bere 2 litri d’acqua al giorno, un anziano di pari peso dovrebbe berne il 50% in più, ossia quasi 3 litri al giorno.

Questo purtroppo nella maggior parte degli anziani non avviene e di conseguenza ha dei riscontri abbastanza gravi sulla salute.  Possono essere di natura diversa: dalla difficoltà di regolare la temperatura corporea, alla pressione, alla formazione di calcoli renali, fino alla stanchezza fisica (primo segno di un’idratazione scarsa).

Attenzione al colore delle urine

Un altro segno che ci serve a verificare se la nostra idratazione è corretta è il colore delle nostre urine, quando andiamo in bagno se le nostre urine appaiono gialle è un segnale di allarme che ci stiamo idratando male e abbiamo bisogno di più acqua.

Le nostre urine dovrebbero essere quasi trasparenti, questo significherebbe che stiamo introducendo la giusta quantità d’acqua. Il colore giallo ci sta indicando che, in un certo senso, stiamo mettendo in sofferenza i nostri organi interni e stiamo acculando scorie acide.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button