Radio Venezia Musica

I Daft Punk si separano: l’annuncio con un video

I Daft Punk (Guy-Manuel de Homem-Christo e Thomas Bangalter) annunciano con un video la loro separazione, dopo quasi 30 anni di carriera e molte hit.

I Daft Punk si dividono! L’annuncio è arrivato con questo video intitolato “Epilogue”. Per trent’anni il duo francese (formato da Guy-Manuel de Homem-Christo e Thomas Bangalter) è stato uno dei nomi più importanti del “french touch”, la declinazione francese del pop elettronico, e ha raggiunto la vetta delle classifiche negli ultimi anni grazie alle collaborazioni con Pharrell Williams e Nile Rodgers in “Get lucky” e con Giorgio Moroder per “Giorgio by Moroder”.

I Daft Punk annunciano la separazione con un video

Non sono noti i motivi della separazione, nel video (estratto dal loro film del 2006 “Electroma”), si vedono i due mentre camminano nel deserto con la tipica tuta di pelle e il casco integrale. Uno dei due a un certo punto guarda l’altro che gli mostra, alloggiato nella schiena, un vano batterie con un interruttore che, messo in funzione, ne provoca l’esplosione a tempo. Il culmine della carriera lo hanno raggiunto nel 2013 con “Random access memories”, l’album che contiene la hit Get lucky, con cui l’anno successivo hanno vinto il Grammy Award per il Miglior Album.

In trent’anni di carriera hanno realizzato molte hit

Dalla house degli anni ’90 i Daft Punk si sono evoluti in una delle band di maggior successo nella dance degli anni 2000 per diventare dei campioni dell’electro pop negli anni ’10. Con il primo progetto, una formazione chiamata Darling, il duo parigino suonava solo cover strumentali di grandi successi. E fu proprio per quella band che adottarono il futuro nome, scelto grazie alla stroncatura ricevuta dalla rivista inglese Melody Maker a proposito della cover di una canzone dei Beach Boys, ridicolizzata con il titolo “Daft punk”. Il primo singolo dance arrivò nel 1993 (“The new wave”), seguito da “Da funk”, il primo successo, incluso nell’album di debutto “Homework”, del 2007, che contiene anche l’altro grande classico Around the world.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button