Servizi Cronaca

Grandi navi: sopralluogo a Marghera del Ministro

C'è fermento a Venezia per arrivo delle festività pasquali che segnano l'inizio dell'alta stagione per la città che si rifiuta di farsi paralizzare dalla nuova emergenza legata alla guerra. Anche le società croceristiche sono decise a ripartire e domani è attesto a Porto Marghera, il ministro Giovannini sul nuovo approdo.

Non ci sarà un terminal in muratura e finestrato, come quello costruito alla marittima ma i croceristi non saranno esposti al sole e alla pioggia quando scenderanno lungo la banchina al Vecon di Porto Marghera. Dopo 6 mesi di lavoro, il terminal per le grandi navi da crociera è attrezzato e pronto ad accogliere una nuova stagione. Ci sarà un tendone per le operazioni di controllo e, soprattutto, percorsi differenziati per i passeggeri e lo scarico merci.

Domani, mercoledì, il ministro alle infrastrutture, Enrico Giovannini, verificherà di persona fino a che punto sarà possibile la convivenza dei due traffici.

Grandi navi

Finora Vecon il sabato non ha accolto navi containers ed è sabato, appunto, il giorno riservato alle navi da crociera. Con la ripresa dei traffici commerciali, però, forse sarà necessario occupare anche quella giornata. Non è chiaro, inoltre, per quanto tempo questo ormeggio sarà provvisorio.

Di certo non per pochi mesi dato che per la costruzione del nuovo porto turistico in mare aperto è stato avviato da poco il Concorso internazionale di idee. Riguardo la mobilità chi è di passaggio userà i pullman. Per il check-in, invece, continuerà ad essere usata la marittima, dove i turisti vi saranno portati con i lancioni granturismo, attraverso il canale Vittorio Emanuele.

Secondo approdo

Il secondo approdo è già stato collaudato dall’MSC il 26 marzo scorso ed è della società TIV, anche se si tratta di un ormeggio provvisorio perchè quello definitivo sarà pronto per fine maggio.

Infine, c’è il terzo terminal per le navi più piccole, che ha già cominciato a funzionare da tempo a Fusina.

Si sta, infine, cominciando a ragionare per accogliere altre navi a Chioggia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Disattiva AdBlock per sostenerci

Televenezia ogni giorno mette a disposizione informazioni e contenuti gratuiti. La libertà d'informazione deve essere sostenuta e Televenezia lo fa anche grazie ai banner pubblicitari. Sostienici e disattiva AdBlock